“Sottopassi, l’iter è work in progress”
Poeta e Costamagna
replicano a Brini

CIVITANOVA - Botta e risposta dell'assessore ai lavori pubblici Marco Poeta e del presidente del consiglio comunale Ivo Costamagna al consigliere regionale che aveva contestato i progetti dei due amministratori sulla viabilità afermando che non vi fossero in Regione fondi per realizzarli
- caricamento letture
Print Friendly, PDF & Email
Il presidente del consiglio comunale Ivo Costamagna insieme all'assessore ai lavori pubblico Marco Poeta

Il presidente del consiglio comunale Ivo Costamagna insieme all’assessore ai lavori pubblico Marco Poeta

«Ottavio Brini dà in pasto agli organi d’informazione quello che ritiene essere un grande smacco per i sottoscritti e per l’amministrazione comunale di Civitanova. In realtà, oltre a non essere ben informato, dà solo la cifra del suo livello politico». Botta e risposta tra il consigliere regionale e l’assessore ai lavori pubblici Marco Poeta e il presidente del consiglio comunale Ivo Costamagna. Brini aveva contestato i progetti dei due amministratori sulla viabilità, in particolare asserendo che non vi fossero in Regione fondi per realizzare sottopassi ferroviari (leggi l’articolo). «L’iter di cui parla Brini è chiaramente work in progress – spiegano Poeta e Costamagna – è una procedura complessa, per una nuova viabilità che ha rivisto le progettualità precedenti e che è stata sottoposta a tutti gli organi competenti. Un lavoro svolto da questa amministrazione e che consentirà di arrivare, attraverso una serie di sinergie, al finanziamento dell’opera, due sottopassaggi e la rotatoria all’uscita della Ss77, in tempi certi e cantierabili. Il ragionamento sui fondi Fas era ed è tuttora una delle ipotesi in campo per il finanziamento delle opere viarie che vogliamo realizzare. Ci sono diversi tavoli di confronto aperti, con la Regione, con la Quadrilatero, con il ministero delle infrastrutture, e più soluzioni possibili per l’intercettazione dei fondi europei».  Dopo la replica sui fatti, gli amministratori attaccano Brini politicamente e sul suo ruolo in Regione: «Il disfattismo di Brini, interessato solo agli attacchi politici e per nulla a Civitanova – si legge nella nota – dà la cifra di quanto sia stata inutile, per lo sviluppo della nostra città, la sua presenza per più di un decennio sui banchi del consiglio regionale. In tanti anni da consigliere regionale, mentre lo sviluppo viario di Civitanova rimaneva paralizzato, evidentemente era in altre faccende affaccendato».

 

(l.b.)

 



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page





Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X