Noto commerciante di piazza Mazzini
stroncato da un ictus a 54 anni

MACERATA - Carlo Gentilini, titolare de "La vineria", era originario di Milano. Gli amici: "Persona di grande cuore e cultura". L'ultimo saluto domani (venerdì) al cimitero di Montecassiano
- caricamento letture
Carlo Gentilini davanti a "La vineria"

Carlo Gentilini davanti a “La vineria”

E’ morto all’improvviso, stroncato da un ictus, Carlo Gentilini, 54 anni, maceratese d’adozione, titolare de ‘La vineria’ in piazza Mazzini a Macerata. Il malore, ieri sera alle 17, ha colto Gentilini nella sua abitazione che si trova vicino alla sua attività. Un ictus  che ha provocato una grave emorragia. Gentilini ha resistito per tutta la notte, poi non ce l’ha più fatta. Il decesso è avvenuto questa mattina all’ospedale di Macerata. La salma rimarrà nella camera ardente del nosocomio del capoluogo fino a domani quando verrà trasportata al cimitero di Montecassiano, dove alle 10.30 familiari ed amici porgeranno l’estremo saluto. La famiglia non ha voluto la celebrazione religiosa.

Carlo Gentilini sorridente davanti alla sua vineria

Carlo Gentilini sorridente davanti alla sua vineria

Originario di Montecassiano Gentilini si era trasferito da giovanissimo a Milano con la famiglia. Qui aveva gestito un noto ristorante per poi tornare nelle Marche. A Macerata aveva aperto il locale ed era molto conosciuto ed apprezzato anche per la sua cultura e per le capacità narrative. Lascia la compagna Elena Compagnucci e il fratello Andrea. 
Si uniscono al suo dolore i commercianti ed amici di piazza Mazzini che scrivono in un messaggio su Facebook: «Carlo Gentilini, persona di grande cuore e cultura, sempre disponibile e gentile, professionista nel suo lavoro e semplicemente un amico. Riposa in pace, resterai per sempre nei nostri cuori. Ti ricorderemo così» concludono postando la foto che lo ritrae a lavoro.

 



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page
-





Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X