“Non pensavo fossero poliziotti”
Resta in carcere il 25enne
che ha investito un agente

FAR WEST A FONTESPINA - Convalidato il fermo per Kurti Ledjon, accusato di tentato omicidio. Venerdì era fuggito all'alt e aveva causato un incidente in cui era rimasto ferito un uomo. Su di lui pesa l'accusa di duplice tentato omicidio perché oltre all'agente ferito aveva preso sotto con l'auto anche un suo collega. Il procuratore Giorgio: «Esprimo soddisfazione istituzionale e rinnovo la solidarietà al poliziotto vittima dell'aggressione. Sono in corso le indagini per scoprire tutti i responsabili di questo fatto molto grave».
- caricamento letture
Il 25enne Kurti Ledjon questa mattina al tribunale di Macerata

Il 25enne Kurti Ledjon questa mattina al tribunale di Macerata

CONVALIDA ARRESTO ALBANESE (1)

 

Convalidato il fermo con misura cautelare in carcere per il 25enne albanese Kurti Ledjon che venerdì pomeriggio ha seminato il panico lungo la Statale Adriatica, a Civitanova, a bordo di un’auto rubata (leggi l’articolo). L’udienza di convalida si è svolta questa mattina al tribunale di Macerata davanti al Gip Enrico Pannaggi e al pubblico ministero Enrico Riccioni. Il 25enne, a bordo di un’Audi A3 risultata rubata, non si è fermato all’alt imposto dagli agenti della polizia nel quartiere di Fontespina e ha investito due poliziotti e non uno come era emerso in precedenza. poi si era verificato l’incidente nel quale è rimasto ferito il 41enne Andrea Perini ancora ricoverato in ospedale. Il giovane è accusato così di duplice tentato omicidio perché gli agenti investiti erano appunto due anche se soltanto uno ha riportato ferite. Sul 25enne anche le accuse di ricettazione di auto, il veicolo a bordo del quale ha tentato la fuga, e resistenza a pubblico ufficiale con pugni e calci, lesioni pluriaggravate, danneggiamento del veicolo della polizia, lesioni gravissime colpose per Perini ancora in ospedale e guida senza patente.
Sulla convalida del fermo il procuratore Giovanni Giorgio ha commentato: «Esprimo soddisfazione istituzionale per il fatto che il gip Pannaggi ha accolto in pieno la richiesta avanzata  dal competente collega Riccioni, riconoscendo l’ottimo lavoro fatto dal pm e dagli agenti del commissariato. Rinnovo la solidarietà personale e dell’ufficio al poliziotto vittima dell’aggressione. Sono in corso le indagini per scoprire tutti i responsabili di questo fatto molto grave». Sull’episofio il procuratore era già intevenuto sabato (leggi l’articolo).
L’albanese, difeso dall’avvocato Maurizio Cacaci,  ha detto davanti al giudice che non voleva fare del male a nessuno. Ha raccontato che aveva visto delle persone armate che gli avevano intimato di fermarsi e, non pensando che si trattasse di poliziotti, è fuggito. «Ho visto due uomini con le armi in pugno, erano in borghese. Non volevo colpire nessuno. Non pensavo fossero poliziotti». Residente a Civitanova l’albanese ha una denuncia per furto, a suo carico, commesso al bar Broadway di Civitanova il 9 dicembre scorso.

(Redazione CM)

(Servizio aggiornato alle 18,35)

L'Audi rubata che ha provocato l'incidente a Fontespina

L’Audi rubata che ha provocato l’incidente a Fontespina

 

 

CONVALIDA ARRESTO ALBANESE (2)

 

Arresto albanese (2)

 



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page
-





Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X