Quadrilatero: Corvatta a Roma,
ribadito il no al cavalcavia

CIVITANOVA - L'amministrazione ha esposto, come aveva già fatto ad ottobre col viceministro Nencini durante la sua visita a Civitanova, le motivazioni che la inducono a retrocedere dall'intenzione di costruire il ponte. Il sindaco: «Abbiamo esposto un'idea di città diversa, votata alla vivibilità ed alla diminuzione del traffico pesante urbano»
- caricamento letture
Il sindaco di Civitanova, Tommaso Corvatta

Il sindaco di Civitanova, Tommaso Corvatta

di Laura Boccanera

Si è parlato di sbocco della Quadrilatero, questa mattina a Roma, alla sede del ministero delle Infrastrutture e Trasporti. Una riunione organizzata per definire i progetti da realizzare in uno snodo fondamentale della viabilità cittadina. Per il comune di Civitanova Marche hanno partecipato il sindaco Tommaso Claudio Corvatta, il presidente del Consiglio comunale Ivo Costamagna, l’assessore ai lavori pubblici Marco Poeta, il dirigente ed il funzionario del V settore Stefano Stefoni e Roberto Guarnieri. Presenti i tecnici della regione Marche e del ministero, il direttore generale della Quadrilatero Fabrizio Romozzi e l’amministratore delegato Eutimio Mucilli, e Massimo Romolini, referente del viceministro Riccardo Nencini. Un vertice che si chiude con un significativo passo avanti per la definizione delle infrastrutture da realizzare per migliorare la viabilità all’innesto tra superstrada Civitanova-Foligno e Statale Adriatica. «E’ stato un incontro molto produttivo – sintetizza il sindaco Corvatta – l’amministrazione ha esposto, come aveva già fatto ad ottobre col viceministro Nencini (leggi l’articolo) durante la sua visita a Civitanova, le motivazioni che la inducono a retrocedere dall’intenzione di costruire il cavalcavia. Abbiamo esposto un’idea di città diversa, votata alla vivibilità ed alla diminuzione del traffico pesante urbano. Abbiamo fatto rilevare inoltre che il cavalcavia non eliminerebbe comunque gli eventuali problemi in caso di esondazione del fiume Chienti. C’è stato un recepimento di massima delle istanze che abbiamo presentato e da qui si inizia a lavorare per dare una risposta compatibile con gli indirizzi dell’amministrazione comunale. I tecnici hanno effettuato un approfondito esame della situazione viaria e degli interventi più opportuni da realizzare nell’ambito della Quadrilatero per rendere più funzionale il tratto conclusivo della superstrada Civitanova-Foligno. Torniamo con la convinzione di aver effettuato un passo avanti significativo che ci consentirà di essere operativi nel corso del 2015».



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page





Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X