Operazione al McDonald’s,
arrestati con mezzo chilo di cocaina

PORTO RECANATI - La guardia di finanza ha preso due albanesi che si erano fermati per uno spuntino. Sono stati ammanettati sotto gli occhi stupefatti dei clienti
- caricamento letture
Il McDonald's dove è avvenuto l'arresto

Il McDonald’s dove è avvenuto l’arresto

di Alessandro Trevisani

Arrestati al McDonald’s con mezzo chilo di cocaina. Ha fatto sensazione a Porto Recanati la spettacolare operazione della guardia di finanza di Ancona, che ieri sera intorno alle 20,30 ha arrestato due uomini davanti ai numerosi clienti del McDonald’s di Pizzardeto, in territorio di Loreto, a circa 300 metri dall’ingresso nord del centro di Porto Recanati. Poco prima una Opel Astra con a bordo due sospetti era uscita al casello della A14 Porto Recanati-Loreto. Da lì sono stati seguiti dai finanzieri fino alla cassa del McDrive (dove vengono serviti i clienti del McDonald’s che si fermano restando in auto). I finanzieri, vestiti in borghese e armati di pistola, sono arrivati alle calcagna della Opel con tre diverse auto prive di segni di riconoscimento, scendendone vestiti in borghese non appena gli inseguiti, che a quanto pare non si erano accorti di nulla, hanno fermato la loro auto. Poi, subito dopo aver mostrato loro il distintivo, alcuni finanzieri hanno preso prima il passeggero, l’hanno messo a terra, perquisito e ammanettato, e un attimo dopo altri agenti hanno fatto lo stesso col guidatore. Al termine dell’operazione è stato rinvenuto, in possesso dei due, mezzo chilo di cocaina. I due sospetti, entrambi albanesi, sono stati arrestati.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page
-





Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X