Follia in questura,
50enne si punta coltello alla gola

MACERATA - L'uomo è un siriano, che dopo essersi piantato l'arma sul collo si è messo a pronunciare parole incomprensibili
- caricamento letture

tentato_suicidio_questura (1)Entra in questura e si punta un coltello alla gola poi sbraita parole incomprensibili: ad agire così un siriano di 50 anni che alla fine è stato bloccato dai poliziotti. L’uomo, in stato confusionale, è stato portato al pronto soccorso di Macerata per le cure del caso.

Sono le 23 di ieri sera quando uno straniero raggiunge la questura in piazza della Libertà, a Macerata. L’uomo, un siriano di 50 anni, entra nel posto di guardia. Lì si accascia davanti ai poliziotti, poi si punta un coltello da cucina alla gola. Inizia a pronunciare frasi incomprensibili. L’uomo è in stato confusionale. Gli agenti cercano di tranquillizzarlo, di convincerlo a mollare il coltello e a lasciare perdere. L’uomo però non si lascia convincere dagli agenti. Continua a impugnare l’arma. Fino a quando i poliziotti approfittano di un attimo di distrazione dell’uomo e gli portano via il coltello. Poi sul posto arriva il 118 che in ambulanza trasporta il 50enne al pronto soccorso per le cure del caso. Il siriano è stato denunciato per porto ingiustificato di strumenti atti ad offendere. Il coltello che aveva con sé è stato sequestrato.

(Gian. Gin.)



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page
-





Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X