Comuni fuorilegge
sulle barriere architettoniche
L’appello del presidente Anci Fassino

DISABILITA' - I piani di eliminazione ancora attesi a 28 anni di distanza dalla legge. A Civitanova il consigliere Pierpaolo Rossi sollecita la discussione della mozione al riguardo. Sabato 27 a Caldarola la manifestazione sportiva "Lesi ma non arresi"
- caricamento letture
Piero Fassino

Piero Fassino

di Gabriele Censi

Pochi giorni fa il presidente dell’Anci Piero Fassino, ha inviato a tutti i primi cittadini italiani, la seguente nota ‘’Sia assicurata la piena fruibilità’ degli spazi pubblici da parte di tutti i cittadini’’. Un invito a tutti i sindaci, al fine di avviare, se già non è stato fatto, le attività necessarie per l’adozione nei Comuni dei Piani di eliminazione delle barriere architettoniche e, soprattutto, a sollecitare ed impegnare gli organi comunali preposti perché sia assicurata la piena fruibilità degli spazi pubblici da parte di tutti i cittadini’’. Renato Biondini, segretario dell’associazione Luca Coscioni di Ancona ricorda che dalle associazioni di tutela dei diritti delle persone con disabilità vengono ripetute segnalazioni sulla mancata adozione, da parte di molti Comuni, dei piani di eliminazione delle barriere architettoniche/Peba invita i sindaci marchigiani a dare seguito all’appello di Fassino: sindaci, il presidente nazionale dei comuni italiani, vi chiede di adottare i Piani di eliminazione barriere architettoniche, previsti dall’art. 32 comma 21 della legge 41 del 1986, che da quasi 30 anni non avete rispettato, per quanto tempo ancora volete essere dei “fuorilegge?”.

Pier Paolo Rossi

Pier Paolo Rossi

La situazione era stata monitorata dall’associazione lo scorso anno con risultanti sconfortanti (leggi l’articolo), eccezione positiva sembrava essere il comune di Civitanova, che primo nelle Marche ha portato in consiglio una mozione per impegnare l’amministrazione ad adottare il Peba (leggi l’articolo). Ma a distanza di alcuni mesi non è stata ancora discussa. “E’ passato troppo tempo, – dice il presentatore Pier Paolo Rossi – sollecito l’amministrazione a discutere la mozione che è rimasta ferma da mesi negli uffici e che rappresenterebbe un vanto e un orgoglio per Civitanova. Un progetto non più procrastinabile e che deve passare dagli intenti all’attuazione”.

Leggi la lettera di Fassino

Unione Locandine***

LESI MA NON ARRESI. Sabato 27 settembre a Caldarola si svolgerà una manifestazione per disabili, unica nel suo genere e mai organizzata nelle Marche. L’Asd Bike Team Monti Azzurri di Caldarola insieme a Polo Vichi (ideatore) hanno organizzato “Lna- Lesi ma non arresi”. La giornata è dedicata a coloro che hanno lesioni midollari  evidenziando il fatto che la disabilità è un limite mentale che può e deve essere sconfitto anche tramite lo sport. Il tutto è sotto la supervisione dei maestri del Sestriere, la Freewhite che si occupa 365 giorni all’anno  di discipline per e pazienti disabili sia invernali che estive. Questo genere di bici a 4 ruote rappresentano la nuova disciplina del Downhill che sta per essere inserite nel comitato paraolimpico. La manifestazione di svolgera nella montagna sopra a Caldarola e  durerà tutto il sabato con partecipanti anche da fuori regione. In particolare nella zona del ripetitore di Caldarola verrà allestita una zona con prova bici, musica, ristoro e ci sarà lo spazio per i visitatori. Oltre alle bici ci saranno  giochi e svaghi per i partecipanti in attesa del proprio turno e nel frattempo si potrà ammirare il panorama e ascoltare il silenzio e la pace che la montagna offre. A conclusione della giornata appunatamento a Caldarola per un aperitivo e saluti finali.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page
-





Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X