“Falsi d’autore i manifesti sul bilancio,
il Comune non li ha commissionati”

CIVITANOVA - Il consigliere comunale Fabrizio Ciarapica all'attacco: i cartelloni in cui si spiega che le tasse non sono state aumentate sarebbero abusivi
- caricamento letture

manifesti pd“Quei manifesti sono abusivi”. Fabrizio Ciarapica, consigliere comunale di Vince Civitanova denuncia la cartellonistica usata dall’amministrazione e dal Pd per parlare del bilancio 2014 in cui si spiega che le tasse non sono state aumentate. Ma secondo Ciarapica quei manifesti sarebbero dei “falsi d’autore” – dice e poi aggiunge – “alcuni giorni fa, a firma dell’amministrazione e con logo del Comune di Civitanova, venivano affissi negli appositi spazi pubblici, dei manifesti più simili a slogan politici e dal contenuto alquanto discutibile, certamente non ascrivibile alla forma di comunicazione a cui deve attenersi per legge l’istituzione. Il fatto ancor piu singolare, è che contemporaneamente accanto ai manifesti comunali venivano affissi a firma del Pd, dei manifesti apparentemente uguali sia dal punto di vista grafico che dell’impostazione”. Ciarapica chiede spiegazione su chi li abbia commissionati e si rivolge alla società che gestisce gli spazi pubblici, la Ica srl: “ci hanno comunicato che i manifesti del Pd erano stati commissionati dal partito dietro pagamento del dovuto corrispettivo, mentre i manifesti recanti il logo comunale, erano stati affissi su richiesta e per conto del Comune e pertanto esenti da oneri di affissione – continua Ciarapica – di tutt’altro contenuto invece la risposta del segretario che ha risposto che nessun ufficio comunale ha disposto l’ordine di stampa e di affissione e pertanto l’iniziativa non può in alcun modo essere riferita al comune di Civitanova.

Il consigliere di "Vince Civitanova" Fabrizio Ciarapica

Il consigliere di “Vince Civitanova” Fabrizio Ciarapica

Chi tramite false vesti ha utilizzato indebitamente il  logo comunale eludendo le imposte e veicolando messaggi che non hanno niente di istituzionale e che di fatto potrebbero ingannare la cittadinanza? Perchè il Comune, ravvisata l’irregolarità,  non ha disposto la rimozione immediata dei manifesti abusivi? Mi auguro che Corvatta, a tutela dell’istituzione Comune, oltre ad intraprendere le vie legali a fronte della falsificazione, in rispetto della trasparenza e correttezza nei confronti dei cittadini, proceda anche ad una comunicazione ufficiale”.

(L. B.)



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page





Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X