Assm, Pazzaglia si dimette:
“Nuove risorse per 12 milioni”

TOLENTINO - L'amministratore delegato che lascia per motivi personali è stato ringraziato dal sindaco Pezzanesi e dal presidente Gobbi per l'attività svolta nella partecipata
- caricamento letture
pezzanesi_pazzaglia

Il sindaco Pezzanesi con il presidente Assm Gobbi e l’ad Pazzaglia

di Marco Cencioni

L’amministratore delegato dell’azienda specializzata settore multiservizi di Tolentino, il dottor Alberto Pazzaglia, ha rassegnato le dimissioni, che saranno effettive a partire dal 28 maggio, giorno in cui verrà approvato il bilancio 2013. La notizia è stata ufficializzata questa mattina, nel corso di una conferenza stampa. “La mia scelta è legata a motivi strettamente personali, dovuti ad un carico di lavoro divenuto troppo pesante”, ha dichiarato l’ex amministratore, in carica dall’agosto 2012, di professione commercialista, da oltre 30 anni al servizio delle più importanti aziende del territorio. Pazzaglia ha poi voluto elencare tutto il lavoro svolto nei mesi in cui ha diretto l’azienda. “L’identità di intenti e di vedute con il sindaco e il presidente della municipalizzata hanno consentito di reperire nuove risorse per oltre 12 milioni di euro, oltre a 2 milioni di euro derivanti dai certificati verdi, fondi che consentiranno all’Assm di fare importanti investimenti e che, soprattutto, ci hanno permesso di sistemare i conti e i bilanci – ha dichiarato Pazzaglia – Grazie ad un controllo di gestione, e ad un monitoraggio mensile, abbiamo migliorato la situazione finanziaria, coinvolgendo tutte le figure apicali dell’Assm. I diversi settori, dal punto di vista organizzativo e operativo, sono stati razionalizzati. La società che gestiva le reti per ottimizzare i costi è stata incorporata. I premi per i dipendenti sono stati rivisti, è stato applicato il modello 231 e nominato il relativo l’organismo di vigilanza. Ampliata la certificazione 9001, è in fase di rilascio la 14001, si sta lavorando per giungere alla 18001. E’ stato alleggerito anche il credito vantato dall’Assm verso il Comune, migliorando il rating della società. Per me un azienda gioiellino è quella che ha i soldi nel conto corrente – ha concluso l’ex amministratore delegato di Assm – quando siamo entrati nel 2012 c’erano 2,5 milioni di euro di scoperti di conto corrente. In precedenza si gestiva la municipalizzata quasi come nascondendo la polvere sotto il tappeto e oggi lascio l’azienda, invece, in utile con i soldi nel conto”.
Il sindaco Giuseppe Pezzanesi si è detto “addoloratissimo” per questa scelta che “significa perdere una figura di altissimo livello professionale e morale, che avevo fortemente corteggiato a livello professionale. Ha risolto questioni molto importanti da mettere a punto, problemi che minavano la sopravvivenza dell’azienda stessa. Come primo cittadino parlo a nome della città e ringrazio Alberto Pazzaglia per il lavoro svolto. Un lavoro eccezionale e proficuo, per il quale possiamo solo ringraziarlo, ha meritato la fiducia che gli abbiamo dato”.
Anche il presidente di Assm, Stefano Gobbi, ha espresso il suo rammarico: “Dopo tutte le cose che l’amministratore delegato ha elencato è difficile pensare di condividere, come presidente, le dimissioni. Posso solo accettarle per l’incarico che ricopro, ma come uomo e amico, invece, le accetto e le condivido. Sono stati due anni di grossa crescita per la nostra azienda, di cui dobbiamo ringraziare il dottor Pazzaglia per la professionalità e la moralità”.
Il sostituto di Pazzaglia non è stato ancora ufficializzato, anche se potrebbe essere già stato individuato. Il nome di un altro noto commercialista tolentinate, il dottor Graziano Natali, sembra essere in pole position per la sostituzione.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page





Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X