Mistero sul Consiglio comunale,
forse si parlerà anche del Palas

CIVITANOVA - Mercoledì la convocazione dell'assise: potrebbe essere inserito un nuovo punto, che riguarderebbe il futuro del palazzetto dello sport. Corallini: "Nessuno ci ha spiegato, la conferenza capigruppo non conta più nulla"
- caricamento letture
Print Friendly, PDF & Email
Il Comune di Civitanova

Il Comune di Civitanova

di Laura Boccanera

E’ stato fissato per mercoledì 14 maggio il Consiglio comunale di Civitanova ma sembra che, rispetto ai punti all’ordine del giorno sottoposti ai consiglieri, si potrebbe aggiungere una comunicazione riguardante il Palas. Da Palazzo Sforza, dopo la trasferta romana del vicesindaco Giulio Silenzi e i giorni concitati che hanno caratterizzato la scorsa settimana, non trapela nulla. Né il sindaco né il segretario generale si sbilanciano su ciò che verrà discusso in assise. Il Consiglio di mercoledì era, almeno nella carta, il disbrigo di alcune attività formali come la revoca dell’assessore Doriana Mengarelli, la nomina dei due nuovi assessori Yuri Rosati e Cristiana Cecchetti e il subentro del consigliere in area Pd Giorgio Morresi per effetto dell’assessorato conferito a Rosati. In chiusura la mozione presentata dal centrodestra sulla caserma dei carabinieri. Stretto riserbo sul nuovo punto che dovrebbe essere inserito: domani sera la maggioranza si riunirà, ma intanto Giovanni Corallini alza la voce: “La conferenza dei capigruppo non conta più nulla – dice – un Consiglio comunale spostato all’ultimo momento per esigenza del segretario comunale, cosi ci ha fatto sapere Costamagna, per un punto all’ordine del giorno riguardante il palazzetto. Nessuno ancora sa cosa riguardi nonostante ieri è già arrivata la convocazione e questo punto nemmeno compare. Misteri della politica trasparente di questa amministrazione, oppure può essere che qualcosa sia andato storto? – sulla caserma aggiunge – a parte i proclami senza seguito a cui ci ha abituato Corvatta la cosa più preoccupante è che la maggioranza non voterà l’impegno di spesa che scongiurerebbe la chiusura delle due caserme. Se avessero avuto a cuore questo tipo di soluzione la giunta si sarebbe già attivata”.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page





Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X