Panettone, conto salatissimo: 38 mila euro per l’avvocato

CIVITANOVA - Il contenzioso con il Ministero dell'Ambiente era sorto per capire a chi spettassero gli oneri di risanamento, bonifica e messa in sicurezza
- caricamento letture

panettone 1 0Quasi 38mila euro. A tanto ammonta la cifra deliberata dalla Giunta per il costo relativo alle spese legali maturate nel contenzioso per l’ex panettone di ghiaia inquinata presente fino all’anno scorso all’ingresso del molo sud. La vicenda, fin da quando la spiaggia inquinata da idrocarburi venne collocata alla fine del lungomare, fu al centro di numerosi contenziosi aperti con il Ministero dell’Ambiente. Al centro della diatriba c’era la necessità di capire a chi spettasse il risanamento e quindi l’onere finanziario della bonifica e messa in sicurezza. Per fare ciò il Comune, sotto l’amministrazione Mobili, affidò un incarico esterno ad un legale che curò le udienze concluse con due sentenze che hanno dato torto al Comune di Civitanova. Il panettone se n’è andato (leggi l’articolo), ma i conti restano e la parcella è arrivata, con la necessità per la giunta di deliberare la somma per il lavoro svolto all’avvocato. La parcella del contenzioso ammonta a 37.626 euro di cui 14.488 versati, il resto da pagare a saldo della fattura inviata ad ottobre dal legale.

(l.b.)



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page





Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X