“Il Comune spenda soldi per l’istruzione e non per le feste”

PORTO RECANATI - Emanuele De Chellis, portavoce di Sel, chiede all'Amministrazione di considerare anche gli abitanti del quartiere Europa e di investire sul recupero della scuola elementare e media
- caricamento letture
Emanuele De Chellis (Sel)

Emanuele De Chellis (Sel)

Da Emanuele De Chellis, portavoce Sel Porto Recanati, riceviamo:

“Mi chiedo e vorrei chiedere all’Amministrazione se, in tempi di crisi come questa, sia il caso di spendere 48 mila euro per una festa che serve solo a riempire le tasche di qualche commerciante, invece di investirli e usarli per, ad esempio, la messa in sicurezza delle scuole elementare e medie che versano in condizioni assolutamente disastrose e non idonee per la funzione che devono svolgere. La scuola elementare costruita pochi anni fa, presenta già all’esterno delle screpolature e dell’intonaco che si stacca, ruggine nella struttura centrale dell’edificio. Pioggia che entra nelle aule dal soffitto. Non per ultimo scomparsa lettere della scritta “Istituto Comprensivo E. Medi” che è diventato “Istituto c prensivo E.”. Sono sicure quelle lettere o rischiano di colpire qualche bambino che vi passa al di sotto?? E’ stata costruita a norma e ad arte per poter ospitare una scuola per ragazzini? La scuola media invece, già dichiarata inagibile dal Ministero e dalla Cgil Scuola, si presenta da sola col suo ingresso malandato e pericolante, anche li mancano delle lettere nella scritta, “cuola media”. Ma i 10 mila euro spesi come contributo dall’Amministrazione, e tanto vantati peraltro, non potevano essere spesi per sistemare e mettere in sicurezza quei stabili? Il quartiere Europa è uno dei quartieri più abbandonato che possa esserci a Porto Recanati, lo si vede dalla scarsa illuminazione, dal non organizzarci alcuna festa, anche ora in occasione della note rosa, la piazza e il parcheggio enorme

La scritta dell'istituto comprensivo "E. Medi"

La scritta dell’istituto comprensivo “E. Medi”

che il quartiere ha non viene minimamente preso in considerazione. Ma i commercianti e gli abitanti del quartiere Europa, sono considerati alla pari di quelli del Centro o di Sammarì, o no? 
Si evince dal Bilancio preventivo del 2013-2015 i lavori per la “sistemazione” delle scuole Medie e Elementari avverranno nel 2014 e che costeranno 165 mila euro per le medie e 60 mila euro per le elementari. Il problema non è solo che siano programmati troppo tardi, ma che per le medie l’importo preventivato è ricavato sempre dalla vendita dell’ex Zanella, e quindi sappiamo fin da subito che non verrà mai sistemata. Ma allora non faremo andare a scuola i ragazzi portorecanatesi fino al 2014, sempre che si venda lo stabile ex Zanella? Trovo tutto questo assurdo, e di poco interesse nei confronti di chi nelle scuole ci va per imparare e non per morire per colpa di amministratori incompetenti! Eppure sia l’attuale sindaco che il precedente risiedono proprio nel quartiere in questione! Speriamo in futuro di poter vedere spesi i nostri soldi per opere pubbliche che servono al paese e non a pochi”.

DSCF0001



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page
-





Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X