Canesin: “Vicini alla Maceratese coi fatti
Apriremo la gradinata entro fine mese”

L'assessore allo sport risponde alla presidente Tardella: "Dalla questione panchine a quella del fungo stiamo lavorando per il bene della società. L'assenza alla serata finale del trofeo Velox è dovuto ad un errore nella prenotazione del biglietto dell'aereo"
- caricamento letture
Print Friendly, PDF & Email

 

Alferio Canesin sulle tribune dell'Helvia Recina alle spalle della presidnete Tardella

Alferio Canesin sulle tribune dell’Helvia Recina alle spalle della presidnete Tardella

di Andrea Busiello

Dopo l’annuncio del presidente della Maceratese Maria Francesca Tardella di non voler disputare più il trofeo Velox per l’assenza delle Istituzioni comunali alla premiazione della manifestazione ma più in generale per il distacco dell’Amministrazione verso la Maceratese (leggi l’articolo), arriva la replica dell’Assessore allo Sport del Comune di Macerata Alferio Canesin: “La mia assenza alla premiazione del Velox è del tutto involontaria. Vi spiego cosa è successo: ero sicuro di avere il biglietto d’aereo di ritorno da Weiden per sabato, invece la segretaria si è sbagliata e ha prenotato il viaggio di ritorno per domenica. Ho provato a sentire altri Assessori ma avevano tutti già altri impegni”. Canesin ci tiene a parlare anche dell’Helvia Recina, impianto che verrà sottoposto a una serie di novità nel giro di breve tempo: “Noi siamo vicini alla Maceratese e per testimoniare ciò vi porto dati di fatto. Il problema della gradinata entro la fine di luglio sarà risolto: la commissione comunale aumenterà la capienza dell’impianto da 3800 a 500o posti e sono stati già deliberati 75 mila euro per la cabina di trasformazione, visto che quella attuale non va più bene perchè troppo vecchia“. Altra miglioria, obbligata, è quella delle nuove panchine allo stadio: “Nei giorni scorsi mi sono arrabbiato moltissimo con la FIGC per la decisione di allungare le panchine a livello numerico. Questa decisione comporta un esborso di denaro all’Amministrazione Comunale che non era previsto ma troveremo i soldi per pagare le panchine”. All’Helvia Recina da anni viene evidenziato il problema del fungo che rende il manto erboso impraticabile: “Anche qui insieme all’ufficio ambiente stiamo lavorando per mandar via questo problema. Abbiamo incaricato un esperto di fare una cura specifica che nel giro di 2-3 anni riesca a debellare il problema. Anche qui stiamo facendo il possibile. Se questo significa non essere vicini alla Maceratese io non sono d’accordo”.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page





Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X