Carovita e crisi:
sempre più veicoli non sono assicurati

CIVITANOVA - Nei primi 5 mesi del 2013 le confische per questo tipo di infrazione sono più che triplicate rispetto a quelle effettuate in tutto l'anno precedente. Il tenente Autiero: "Campanello d'allarme sociale"
- caricamento letture

Assicurazione_Autodi Laura Boccanera

La crisi viaggia anche su strada. E’ un campanello d’allarme quello lanciato dalla Polizia municipale che ha reso noti i dati relativi ai controlli sui mezzi in circolazione sprovvisti di regolare assicurazione. Se nel 2012 infatti solo 7 sono state le auto confiscate perchè sprovviste di assicurazione, nei primi 5 mesi del 2013 ben 24 veicoli sono stati sequestrati e sanzionati. Si tratta di motocicli, vetture e autocarri che all’atto del controllo nel corso di operazioni di pattugliamento o per verbali a seguito di incidenti sono risultati non muniti del tagliando. E non si tratta solo di un problema di responsabilità civile, ma può essere interpretato anche come un dato di rilevanza economica e sociale. A dirlo è il tenente Eugenio Autiero della Polizia municipale: “è un dato allarmante, anche perchè colpisce trasversalmente uomini, donne, italiani e stranieri e le motivazioni spesso sono sempre di carattere economico”. Ma se si risparmia sull’assicurazione il salasso per la sanzione è ben più alto. Si va infatti dalla multa di 841 euro a cui vanno aggiunte le spese per la rimozione e la custodia del veicolo e nell’eventualità in cui se ne voglia rientrare in possesso va mostrata anche la copertura assicurativa di almeno 6 mesi, arrivando almeno a 1500 euro totali. Ad esempio dal 4 giugno al 12 giugno sono stati 6 i veicoli confiscati, una media altissima considerando che la polizia nell’arco di 8 giorni effettua circa 6 postazioni di controllo, con una media di quasi uno al giorno. Ma ad essere in aumento sono anche i veicoli abbandonati sul suolo pubblico. Le segnalazioni solitamente arrivano dai cittadini e se nel 2012 sono stati 77 i mezzi abbandonati a Civitanova, dall’inizio del 2013 ad oggi sono già 40. In questo caso qualora il proprietario – dopo la notifica ed il verbale – non ottemperasse al ritiro, scatterebbe una sanzione pari a 1667,87 euro. Molti dei mezzi che si trovano su strada però spesso sono oggetto di un gravame fiscale, oppure sottoposti a fermo amministrativo. E proprio stasera, su richiesta dell’assessore Peroni la polizia municipale ha effettuato un blitz con sequestro di biciclette lasciate abbandonate in corso Umberto I. In questi giorni i vigili hanno monitorato con scatti fotografici lo stato di abbandono delle bici e nel tardo pomeriggio è scattata la confisca per una decina di mezzi.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page
-





Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X
		Tolentino = 
Civitanova = 1
Elezioni = 1