Reati in calo, rapine dimezzate
Ma ci si droga già a 11 anni

IL RAPPORTO DEI CARABINIERI - L'attività dell'Arma ottiene un riscontro positivo dai dati statistici anche sulla lotta ai furti e sui risultati delle indagini sugli omicidi. Massima allerta per spaccio e consumo di stupefacenti: la cocaina si diffonde anche perché una dose può costare 10 euro. Il Colonnello Di Stefano: "Puntiamo sulla prevenzione"
- caricamento letture
Il Colonnello Marco Di Stefano

Il Colonnello Marco Di Stefano

di Filippo Ciccarelli

(Foto di Lucrezia Benfatto)

Diminuiscono le risorse a disposizione, diminuisce il personale anche a causa del blocco del turnover, ma aumentano le ore di servizio e il contrasto alla criminalità. In una cornice poco felice per il momento economico del Paese, che colpisce anche l’Arma (domani i 199 anni di attività saranno festeggiati all’interno della Caserma di via XX Settembre e non con una celebrazione pubblica), i carabinieri tengono duro. E presentano un bilancio positivo per la situazione della sicurezza e dell’ordine pubblico nella nostra provincia, dove sono presenti in 40 dei 57 comuni. A Macerata c’è anche il Nucleo Ispettorato del lavoro, ma nel territorio provinciale hanno giurisdizione anche i carabinieri del Nas, del Noe, la sezione anticrimine, il Nucleo operativo di Protezione, l’Aisi e quelli della Tutela del patrimonio culturale, di stanza ad Ancona.

ee

I dati sul lavoro dei carabinieri in provincia

Nonostante i tagli e la spending review, da giugno 2012 ad aprile 2013 sono stati effettuati 21.550 servizi sul territorio provinciale, che hanno impegnato 43.601 militari: si tratta di una media di 59 perlustrazioni al giorno con 120 carabinieri in servizio. Una presenza costante, efficace non solo per il contrasto dei reati, ma per prevenire che gli stessi vengano connessi. 
“La nostra attività principale è quella preventiva, l’obiettivo strategico è quello del controllo del territorio – spiega il Colonnello Marco Di Stefano, comandante provinciale dei carabinieri – i militari impegnati e le ore di servizio effettuate erano diminuiti, dal 2011 al 2012. Negli ultimi due anni la

I dati sulle rapina

I dati sulle rapine

situazione sociale si è però involuta, ed abbiamo aumentato carabinieri in servizio e ore di lavoro. Sono convinto che la prevenzione sia quella che, alla fine, paga di più”. Nel 2011 i reati denunciati furono 12.793, 10.008 dei quali investigati dai carabinieri. Nel 2012 il dato è sceso a 11.650, e nei primi 4 mesi del 2013 il trend si mantiene ancora in diminuzione (3.113 reati denunciati contro i 3.546 dello stesso periodo del 2012).

Più che dimezzate le rapine: nei primi 4 mesi del 2012 ne sono state denunciate 38 in tutta la provincia, dato crollato a 13 nel 2013 (-65.78%). Sul fronte degli omicidi sono stati trovati tutti i responsabili (per il duplice omicidio di Cingoli del 2011 la magistratura sta ancora facendo il suo corso), mentre i furti diminuiscono del 5.69% nel primo quadrimestre 2013 rispetto allo stesso periodo del 2012. Già nel 2012 i reati di questo tipo erano diminuiti, passando dai 6.520 del 2011 ai 5.549 del 2012. A destare preoccupazione, però, è lo spaccio e il consumo di droga in provincia. “Questo è un territorio da controllare molto attentamente, bisogna restare sempre vigili – spiega Di Stefano – anche se raramente possono capitare maxisequestri di sostanze stupefacenti, come avvenuto nel 2011 quando in un’unica operazione furono trovati 35 kg di droga”.

Di_StefanoAd allarmare è il consumo di cocaina, droga socialmente più “accettata” rispetto all’eroina, e che continua ad essere diffusissima anche nella nostra provincia, ma anche l’età media sempre più bassa. I ragazzi si avvicinano al consumo di droga (in questo caso prevalentemente hashish e marijuana) già in prima media, e dunque all’età di 10-11 anni. Il mercato degli stupefacenti è in espansione anche per il crollo dei prezzi: “una dose di cocaina può costare pochissimo, anche 10-15 euro” rivela il Comandante provinciale dei carabinieri. Per cercare di fare prevenzione – anche in materia di reati connessi allo spaccio e alla detenzione di stupefacenti – i carabinieri maceratesi hanno organizzato diversi incontri nelle scuole, dove si è parlato anche di sicurezza stradale. In totale i militari sono entrati in contatto con oltre 1.200 persone nell’arco di un anno.

L’Arma vigila attentamente anche sui fenomeni della cosiddetta microcriminalità, in aumento e legata soprattutto alle persone irregolari sul suolo nazionale. Gli immigrati censiti in provincia sono 32.134, ma è difficile fare una stima dei clandestini e degli irregolari. “Anche perché – dice Di Stefano – durante l’estate il numero aumenta in maniera esponenziale,

Il Colonnello Leonardo Bertini

Il Colonnello Leonardo Bertini

specialmente nelle località costiere”. Le cose, però, potrebbero cambiare anche per chi è regolarmente in Italia. Tanti immigrati, infatti, hanno perso il posto di lavoro, visto il momento critico per edilizia, calzaturiero e commercio: le famiglie residenti dovranno scegliere se partire o rimanere, e nel caso in cui restassero dovranno trovare un modo per sopravvivere, per cui cedere alla tentazione di compiere reati potrebbe essere sempre più difficile. Nel 2011 sono stati arrestati 131 stranieri. Nel 2012 il dato è sceso a 86, anche perché non era più in vigore la legge Bossi-Fini sull’immigrazione.
Rimangono purtroppo “regolari” gli incidenti stradali mortali lungo le strade della provincia, dove nel 2011 morirono 8 persone, le stesse decedute nel 2012. Diminuiscono gli incidenti ma aumentano i feriti: i carabinieri da giugno 2012 ad aprile 2013 hanno elevato 4.422 contravvenzioni, 76 delle quali per guida in stato di ebbrezza e 2 per guida sotto effetto di stupefacenti. Sono state ritirate 150 carte di circolazione dai militari, oltre a 267 patenti: 174 i veicoli sequestrato, 94 quelli sottoposti a fermo amministrativo.

 

 



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page
-





Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X
		Tolentino = 
Civitanova = 
Elezioni =