Incendiata a Frosinone
l’auto rubata al rappresentante

MACERATA - Il furto della Mercedes contenente due borse piene di gioielli era avvenuto in centro storico
- caricamento letture

carabinieri-nottedi Alessandra Pierini

E’ stata ritrovata a Frosinone l’auto rubata ieri pomeriggio a Macerata ad un rappresentante di gioielli aretino (leggi l’articolo). L’auto, una Mercedes Classe A, che conteneva anche due borsoni di gioielli per un valore complessivo di qualche centinaio di migliaia di euro, è stata bruciata da ignoti e naturalmente dei preziosi non c’era nessuna traccia. Molti sono gli interrogativi rimasti irrisolti sulla vicenda che comunque ha fatto registrare diverse anomalie. Innanzitutto il rappresentante non ha stipulato nessuna assicurazione antifurto o incendio. Secondo il suo racconto, si sarebbe fidato a lasciare i borsoni incustoditi nella macchina parcheggiata in via Tommaso Lauri perché l’auto era dotata di un particolare sistema di sicurezza, una specie di cassaforte interna che permette di prelevare i gioielli solo a chi è in possesso del telecomando dell’auto. L’uomo potrebbe anche essere stato seguito da qualcuno che ne ha controllato le mosse ed era a conoscenza del ricco contenuto della Mercedes. Non si capisce inoltre quale motivazione potrebbe aver spinto i ladri a bruciare l’auto anziché, ad esempio, trarne un guadagno, ad esempio rivendendo i singoli pezzi. Insomma i Carabinieri stanno indagando su ogni elemento raccolto e ancora non escludono nessuna ipotesi.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page
-





Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X
		Tolentino = 
Civitanova = 
Elezioni =