Intrappolato nella sede della Provincia
Paura per un bimbo di due anni

MACERATA - Il piccolo esploratore, che si trovava insieme ai genitori, è rimasto chiuso per poco più di mezz'ora
- caricamento letture
Bambino-chiuso-in-Provincia-2a-1024x768

Genitori e forze dell’ordine parlano col piccolo Milo, rimasto chiuso nella sede della Provincia

di Filippo Ciccarelli
(Foto Cronache Maceratesi, vietata la riproduzione) 

Forse voleva visitare la sede della Provincia prima della sua traslazione in terra ascolana, in compagnia della sua coppetta gelato. E cercando un tour riservatissimo, è entrato dal portone principale di Corso della Repubblica e se l’è richiuso alle spalle, per andare a spasso indisturbato. Il protagonista della vicenda è un bimbo di appena due anni e mezzo, Milo, che ha lasciato i genitori a pochi metri da lui, fuori dalla sede principale della Provincia.
Mamma Milena e papà Gino erano in  compagnia di parenti ed amici, e si stavano godendo un tranquillo pomeriggio maceratese per le vie del centro: Milo stava giocando sulla soglia dell’ingresso, appena oltre il grande portone marrone, quando è rimasto bloccato dentro. Il piccolo si è subito spostato verso sinistra, dove c’è l’ingresso laterale: qui, attraverso le maglie della serranda metallica, è sempre stato sotto l’occhio (e le carezze) dei genitori. Immediatamente sono giunti sul posto agenti della polizia e dei carabinieri; all’apprensione degli adulti, tuttavia, rispondevano il coraggio e la serenità del piccolo, che è rimasto tranquillo dietro la serranda metallica, godendosi la sua coppetta gelato, per tutto il tempo della sua momentanea prigionia.
Bambino-chiuso-in-Provincia-3Dopo poco più di mezz’ora è arrivato un dipendente della Provincia che, munito di chiavi, ha alzato la saracinesca rendendo inutile l’intervento con le tronchesi dei vigili del fuoco, comunque allertati dalle forze dell’ordine già sul posto. Milo è uscito camminando con estrema naturalezza tra la piccola folla di parenti e curiosi che lo ha festeggiato con un applauso, prima di lasciarlo alle coccole della mamma e del papà. Forse da grande non ricorderà quest’avventura, ma i suoi familiari potranno ricordargli le sue innate doti di esploratore!

Bambino-chiuso-in-Provincia-1

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Bambino-chiuso-in-Provincia-7

Bambino-chiuso-in-Provincia-6

Bambino-chiuso-in-Provincia-5



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page
-





Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X