Coni provinciali a rischio chiusura

Entro il primo trimestre del 2013 dovrebbero essere aboliti i comitati olimpici. Il presidente maceratese Illuminati: "Sono molto dubbioso ma voglio aspettare le delibere prima di pronunciarmi"
- caricamento letture
Print Friendly, PDF & Email
Giuseppe-Illuminati-e-Antonio-Pettinari

Giuseppe Illiminati e Antonio Pettinari

di Sara Santacchi

In un momento di crisi economica come quella attuale niente e nessuno sembra uscire indenne dai continui tagli voluti in tutti i settori e a farne le spese potrebbe essere anche lo sport. Un campanello d’allarme sembra, infatti, suonare nei Coni provinciali, ovvero l’organizzazione che cura lo sviluppo e la promozione dello sport nel territorio. In seguito a una proposta del presidente del Coni nazionale, Gianni Petrucci, si dovrebbero, infatti, abolire, entro il primo trimestre del 2013, i comitati provinciali cosa che, ovviamente, preoccupa non poco i presidi locali per il futuro del movimento sportivo a livello periferico. La loro attività verrebbe trasferita ai comitati regionali, mentre nella sede provinciale si lascerebbe solo un delegato. Anche il presidente del Coni maceratese, Giuseppe Illuminati, si è mostrato piuttosto scettico di fronte a una decisione del genere anche se «l’importante è sapere quali compiti avrà questa figura. Questo è un momento di trambusto, si è creato malumore incredibile in tutta Italia», ma inutile nascondere anche una certa preoccupazione, ovviamente. «Ciò che è sicuro è che lo statuto è stato cambiato e che la figura del presidente non ci sarà più, è un dato di fatto – ha affermato – non si sanno ancora i ruoli precisi che avranno i delegati, quali supporti avranno e come sarà strutturato il tutto. È ancora tutto da vedere se i Coni provinciali saranno ristrutturati e resi più efficienti o al contrario se saranno buttati in mare e con essi tutti gli impiegati e gli addetti ai lavori. Io dall’alto della mia età, purtroppo sono molto dubbioso, ma voglio aspettare le delibere prima di pronunciarmi e vedere quale sarà la figura che rappresenterà lo sport provinciale». A onor del vero, sembra che il Coni nazionale voglia aspettare l’esito delle Olimpiadi di Londra, ormai alle porte, per poi arrivare ad una decisione definitiva. Non resta che aspettare, dunque, con l’auspicio di portare oltre alle medaglie anche liete novelle da Londra e, conseguentemente, anche da Roma.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page




Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X