Nuovo incendio doloso
ai danni della chiesa di Appignano

Dopo il rogo del 9 luglio, ignoti anche stanotte hanno dato alle fiamme un portone del Cristo Redentore. Atti intimidatori contro il parrocco don Natale Branchesi?
- caricamento letture

Chiesa-Appignano-1-300x199

Stesso posto, stesso modus operandi. Un nuovo rogo doloso è stato appiccato la notte scorsa a un portone d’ingresso della chiesa del Cristo Redentore in via Dante Alighieri ad Appignano. L’allarme è scattato intorno alle due quando un gruppo di giovani che si trovava a godere della brezza serale all’esterno di un locale, ha visto una colonna di fumo levarsi dalla zona della parrocchia. I ragazzi hanno avvertito i vigili del fuoco che in breve sono arrivati sul posto e nel giro di pochi minuti le fiamme sono state spente. Un altro incendio doloso aveva interessato la chiesa del Cristo Redentore la notte fra domenica 8 e lunedì 9 luglio (leggi l’articolo), praticamente in concomitanza con i funerali di don Peter, il viceparroco scomparso in un tragico incidente stradale venerdì 6 luglio. Ignoti avevano gettato alcune bottiglie molotov contro le porte laterali della chiesa mentre questa volta è stato colpito il portone centrale. 

Chiesa-Appignano-2-300x199

Questo nuovo episodio oltre a destare ulteriore sconcerto, alimenta inevitabili preoccupazioni. Si rafforza infatti l’ipotesi già presa in considerazione dalle forze dell’ordine che si tratti di atti intimidatori nei confronti del parrocco don Natale Branchesi e non di semplici atti vandalici.

(foto di Guido Picchio)

Chiesa-Appignano-3-300x199   Chiesa-Appignano-4-300x199

 

 



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page
-





Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X