Si incatena davanti al Palazzo comunale
per chiedere casa e lavoro

MACERATA - La protesta di Vincenzino Rodolfo
- caricamento letture

VincenzinoVincenzino Rodolfo, disoccupato 45enne, dopo aver chiesto aiuto, protestando lungo viale Trieste, coprendo l’auto in cui dorme dal 4 aprile con lenzuoli sui quali ha scritto le sue richieste  (leggi l’articolo), questa mattina intorno alle 8,15 si è recato direttamente al Palazzo Comunale di Macerata dove si è incatenato davanti all’ingresso per chiedere un incontro con l’assessore alle politiche sociali Stefania Monteverde. Alcuni attivisti di Forza Nuova si sono uniti alla sua protesta. I militanti del movimento sociale e nazionale hanno esposto uno striscione in italiano e arabo in piazza della Libertà che riportava la scritta: “Stop razzismo verso gli italiani”. Tommaso Golini, coordinatore provinciale di FN annuncia: “Continueremo a sostenere la protesta di Rodolfo ad oltranza, almeno fino a quando il Sindaco e l’assessore alle politiche sociali non accoglieranno con i fatti le sue ragioni e il suo disperato appello”.

StriscioneBilingue1-300x225



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page
-





Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X