Banda larga: per Capponi e Agostini
“Pettinari è smemorato”

L'opposizione attacca: "Si vanta del prossimo inizio dei lavori per il montaggio delle antenne con cui verrà portata la rete internet in alcune zone rurali, dimenticando colpevolmente, che tale progetto è frutto del lavoro dalle precedenti giunte"
- caricamento letture
agostini-capponi

Nazareno Agostini e Franco Capponi

Da Nazareno Agostini e Franco Capponi (gruppi PDL – PPE consiglio provinciale di Macerata) riceviamo:

Pettinari, presidente di una provincia oramai a fine corsa, si vanta del prossimo inizio dei lavori per il montaggio delle antenne con cui verrà portata la rete internet in alcune zone rurali a fallimento di mercato (leggi l’articolo), dimenticando colpevolmente, che tale progetto è frutto del lavoro dalle precedenti giunte e che ora, dopo i tempi della giustizia amministrativa, forse prenderà avvio. Merito dalla giunta Capponi e dall’assessore delegato, aver progettato e costruito insieme il progetto, attravero decine di assemblee di zona, con i cittadini, le imprese, i comuni. Pettinari pecca di superbia e si attribuisce meriti che proprio non ha, visto l’immobilismo con cui sta guidando la provincia e il metodo tutto suo di mera gestione del potere. Infatti non ha inserito nel suo programma di mandato nessuna azione concreta a favore del sostegno e della valorizzazione del Centro Servizi Territoriali, costituito tra la provincia e gli enti locali per l’attuazione in forma associata di servizi e processi di e-governemet, migliorare l’efficienza della PA, diffondere i servizi di rete, applicare il Codice dell’Amministrazione Digitale, dematerializzare la burocrazia. È già trascorso un anno di vita della nuova giunta e non si avverte alcun elemento di innovazione e di aiuto alla crescita all’economia locale. Anzi, al contrario, amministratori scarsamenti presenti sul territorio, continuano a percepire complessivamente oltre 350.000 € annui di sole indennità di carica, mentre stanno decidendo di aumentare la tassa sulle rc auto a indistinto carico sui cittadini. Ben altro dovrebbe essere l’attività di una giunta che si dimostra disattenta e non curante delle necessità del popolo. A poco serviranno le antenne, ora che gran parte delle persone si è già organizzata con sistemi di navigazione satellitare, chiavette, ecc.. Tuttavia il forte ritardo non è solo della Provincia ma anche della Regione Marche che con i fondi messi a disposizione dai precedenti governi deve ancora completare la infrastrutturazione con fibra ottica, delle centrali telefoniche. Un lavoro rallentato proprio dallo stesso Pettinari, che nella sua precedente vita da assessore alla viabilità, non voleva far passare lungo le strade provinciali gli scavi per fissare i cavi. Una giunta provinciale distratta quanto imbambolata che ha abbandonato completamente, per esempio, il progetto di costruzione dell’autostrada “telematica” per il collegamento diretto, delle sedi della provincia, di task, delle università (basta ricordare l’accordo di programma), dei comuni, delle strutture sanitarie, sia per lo sviluppo di tutti i servizi telematici come la videosorveglianza, i servizi turistici, il trasferimento di immagini radiografiche. Su questi temi strategici dovrebbe lavorare e produrre utili effetti la giunta, per mettere in rete tutti gli enti pubblici e privati, gli ospedali, i centri di emergenza, le case di riposo, allestire le aree aree wifi in tutte le scuole, con particolare riguardo alle scuole superiori di competenza della provincia stessa. 



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page
-





Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X