La Democrazia Cristiana a Tolentino
sostiene Pezzanesi e attacca l’Udc

Intanto il segretario regionale Franco Rosini annuncia il prossimo scioglimento dei partiti moderati in quello che sarà il Partito Popolare Europeo italiano
- caricamento letture
presentazione-dc

Un momento della presentazione

 

di Roberto Scorcella

In una sorta di “Dc pride” si è svolta ieri sera la presentazione della lista della Democrazia Cristiana che partecipa alle elezioni comunali di Tolentino a sostegno della candidatura a sindaco di Giuseppe Pezzanesi. “La lista di candidati che proponiamo e di cui andiamo particolarmente orgogliosi” ha detto il capolista Emanuele Della Ceca “è composta da persone giovani, competenti e professionalmente preparate. La cosa, però, di cui andiamo più fieri è che la maggior parte dei nostri candidati si affaccia per la prima volta in assoluto all’esperienza delle amministrative. Quindi, a tutti quelli che da tanto, e a gran voce, reclamano un cambiamento, diciamo che saremo l’unica, vera alternativa possibile”. Il discorso, poi, si è spostato sulla scelta di correre sotto il simbolo della Democrazia Cristiana. “Sembrerebbe strano vedere dei giovani uniti sotto un simbolo che ha in sè una così importante storia. In realtà, sono loro stessi che vogliono riportare nella realtà di Tolentino gli ideali e i valori che hanno caratterizzato ai primordi la scesa in campo dei cattolici nello scenario politico”. Non è mancato un riferimento critico all’Udc. “Un partito nazionale in appoggio a una lista civica” ha affermato Della Ceca “è qualcosa che non esiste. L’Udc a Tolentino ha sacrificato le persone e non ha trovato una collocazione. Eppure stiamo parlando di un partito che in un passato recente era arrivato ad essere la seconda forza politica cittadina: oggi è praticamente scomparso, riducendosi a un simbolo vuoto, senza candidati, appiccicato vicino a una lista civica. D’altronde, la scelta era obbligata, visto che l’Udc non poteva certo correre al primo turno insieme a Rifondazione Comunista”. Alla presentazione, oltre al candidato sindaco Giuseppe Pezzanesi era presente anche il coordinatore regionale del partito, Franco Rosini, che ha anticipato qualche novità a breve scadenza nel panorama politico nazionale. “In vista delle prossime elezioni politiche, tutte le forze moderate si stanno incontrando per arrivare a una sintesi e a un partito unico che potrebbe chiamarsi Partito Popolare Europeo. Quindi, molto presto non esisteranno più Popolo della Libertà, Udc, Democrazia Cristiana e altre forze minori che si riuniranno sotto il simbolo unico del Ppe”.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page
-





Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X