L’Udc a Civitanova apre al Pd

Verso le elezioni comunali
- caricamento letture

palazzo-sforzadi Laura Boccanera

Poche parole senza troppe spiegazioni o approfondimenti. Solo una dichiarazione che però probabilmente nasconde molto di più di quanto non si possa o non si debba dire. Fatto sta che quello del consigliere Andrea Doria dell’Udc di Civitanova (che in città appoggia da più di 10 anni il centrodestra) suona come un “outing” politico. “La situazione regionale e provinciale avrà un peso nella decisione dell’udc alle prossime elezioni amministrative”. Una bomba scagliata con poche parole, “poi deciderà il partito” – ha detto Doria che prima di Natale sembra voler aprirsi al confronto con il Pd che fino ad oggi sembra aver aspettato senza scendere in campo con nomi e programmi a differenza di altre forze politiche della città. Il modello Marche dunque sembra pronto a sbarcare anche a Civitanova, anche se non si sa come l’imposizione dall’alto verrà accolta dai singoli componenti del partito: “a livello personale poi i componenti prenderanno la strada che riterranno più opportuna – specifica Doria – io parlo come consigliere comunale facente parte dell’Udc, il segretario (Antonio Carusone) avrà forse una sua posizione e sarà chiamato ad una scelta”. Di più non si dice e per ora non si sa ancora la data del congresso cittadino dopo che per varie ragioni è slittato per ben due volte, mentre sembra essere stato fissato a gennaio quello provinciale. In quella sede forse si parlerà anche delle strategie per i comuni al voto nel 2012 tra cui Civitanova. E sul Pdl Doria si cela dietro ad un “no comment – dice – è affare loro, ma lo spettacolo che danno in consiglio non è tra i più edificanti”.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page
-





Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X