“Nostalgia Gaucha” a Treia

Mostra fotografica dedicata ai cittadini marchigiani emigrati in Argentina
- caricamento letture

nostalgia_gauchaOrsettiaSorgeSilvestri«Roma e Treja hanno in comune il mistero del nome», scrive Dolores Prato, imprimendo nella carta l’etimologia stessa della sua esistenza. Ma se per Roma parla da sé la storia millenaria, Treia, nel suo mistero personalissimo, è riuscita anch’essa in un’ardua impresa: colmare, nel suo nome, le distanze oceaniche affrontate dai suoi emigranti in Argentina.
Vicende delle quali oggi, grazie alla mostra fotografica «Nostalgia gaucha», potremo rivivere i luoghi, i sapori dispersi e lo spirito più intenso dei loro tanti volti. Promossa dalla Regione Marche e patrocinata dall’Amministrazione treiese, l’esposizione farà tappa nella città del “bracciale” dal 12 novembre (con “taglio del nastro” alle ore 17) fino al 4 dicembre,
presso il Palazzo Comunale, con la consapevolezza di saper toccare davvero le corde dell’anima del nostro territorio, le radici e le molteplici testimonianze (significativo è infatti l’aneddoto della ragazza argentina chiamata “Treia” dai suoi genitori in onore della propria terra d’origine). Una miscela di sensazioni che, grazie agli oltre cento scatti realizzati
nostalgiadall’architetto Fernando Fisher Jr., il dott. Raimondo Orsetti (a sinistra nella foto), dirigente del servizio Cultura e Turismo della Regione, in accordo con il Presidente Gian Mario Spacca, ha voluto raccogliere in vista della settima edizione della «Giornata delle Marche»in programma a Fano per il prossimo 10 dicembre. «In Argentina – ha dichiarato Orsetti – vi è oltre la metà dei marchigiani. Nel corso del Novecento coloro che vi sono giunti, hanno addirittura contribuito a fondare dei paesi grazie alla loro cultura e al loro ingegno. I nostri corregionali – ha aggiunto – hanno accettato la sfida pur sapendo che lasciando l’Italia avrebbero fatto i conti con una realtà diversa e per molti aspetti più dura. Il titolo di questa
mostra – ha infine concluso il dirigente regionale – vuole mettere in evidenza il tratto nostalgico che emerge da queste foto che ritraggono gli agricoltori marchigiani molti dei quali diventati nel tempo mandriani, ovvero i cosiddetti “gauchi”»



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page
-





Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X