Piscine di Fontescodella, interpellanza del Pdl: “Carancini, è ora di decidere”

I consiglieri Sacchi, Carbonari e Luciani chiedono di adottare subito una delle due soluzioni: procedere con l'integrazione economica richiesta delle imprese o applicare le penali per i ritardi e la risoluzione del contratto
- caricamento letture
sacchi

Riccardo Sacchi

I consiglieri comunali del Pdl Riccardo Sacchi, Claudio Carbonari e Francesco Luciani hanno presentato un’interpellanza al sindaco sui ritardi nella realizzazione del polo natatorio di Fontescodella. Visti i ritardi, i consiglieri chiedono all’Amministrazione comunale se si intendere procedere all’integrazione economica di un milione e 500mila euro richiesta dalle imprese o se si intende applicare le penali previste dal contratto per il ritardo dei lavori. “Il tempo è scaduto – dice Riccaro Sacchi – e i cittadini si sentono portati in giro. Caro sindaco, è ora di prendere una decisione!”

Di seguito il testo dell’interpellanza:

Premesso che
L’RTI, raggruppamento temporaneo di imprese, formato da Sielpa srl, Sardellini costruzioni srl, Pipponzi srl, Crucianelli Rest-Edil srl, Eredi Paci Gerardo srl e Cipriani costruzioni srl, il 25 luglio 2008 si aggiudicava in via provvisoria l’appalto per la realizzazione e la gestione degli impianti natatori di Fontescodella. Con la D.G. n. 92/2009, si adottavano determinazioni in ordine al proseguimento dell’iter tecnico-amministrativo, acconsentendo all’acquisizione dei prescritti pareri e convenzioni dopo il contratto, e si provvedeva ad aggiudicare in via definitiva la concessione.
In data 13 giugno 2009, con delibera di Giunta, si stipulava il contratto (rep. n. 22631) per l’affidamento della concessione di costruzione e gestione del complesso natatorio di Fontescodella.
A seguito di ciò, il concessionario costituiva, in data 23/07/2009, la società di progetto denominata “Fontescodella Piscine SPA”.
Con la D. G. n. 359 del 13/11/2009, al concessionario si concedeva, tra le altre cose, una proroga di 40 giorni per la presentazione del progetto definitivo.
Con la D. G. n. 124 del 17/03/2010, si accordava un ulteriore termine di 100 gg. per la presentazione del progetto definitivo e, quindi, entro e non oltre il 26 marzo 2010, quale termine ultimo ed improcrastinabile, pena l’inevitabile applicazione della penale giornaliera di cui all’art. 9 del contratto di concessione.
La Fontescodella Piscine S.p.A., con note del 07/08/2010, chiedeva di procedere alla revisione del piano economico e finanziario della convenzione, a causa della richiesta di attuazione della variante, attraverso l’erogazione di una somma una tantum pari ad € 2.600.000,00 (oltre iva).
L’amministrazione comunale ha provveduto alla richiesta di un parere legale specifico al riguardo.
Nel corso della discussione inerente al bilancio di previsione del 7 aprile 2011, il Sindaco, sulla scorta di detto parere, avanzava proposta di integrazione economica per € 1.500.000,00, nonchè l’aumento delle tariffe del 10% a favore del concessionario.
Tale proposta , dopo ampio dibattito in Consiglio comunale rimaneva senza alcun seguito.
Tutti i termini di proroga previsti dalle sopra citate delibere sono spirati.
Il Sindaco, ad un’interpellanza del gruppo consiliare del PdL, tesa a conoscere i motivi dei gravissimi ritardi di cui sopra, in data 11 luglio 2011, ha testualmente risposto: “mi assumo direttamente questa responsabilità, ovviamente sarà fatto tutto il possibile per far sì che questo impegno amministrativo per questa città si possa realizzare quanto prima possibile”.
Inoltre, il Comune di Macerata ha acceso un mutuo per la realizzazione degli impianti di cui all’oggetto su cui vengono pagati interessi passivi che, ad oggi, ammontano già a circa € 300.000,00.
Tanto premesso,
si domanda all’Amministrazione comunale

quale sia il reale intendimento, ovverosia, se si intende procedere all’integrazione economica e progettuale avanzata dal RTI aggiudicatario, o se si intende applicare le penali previste nel contratto e/o domandare la risoluzione dello stesso.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page
-





Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X
		Tolentino = 
Civitanova = 
Elezioni =