La Maceratese non si ferma più
Regolato anche il Fossombrone

All'Helvia Recina finisce 1 a 0 grazie ad un eurogol di De Marco al 73'. Gli ospiti, salvati in più occasioni dal loro portiere, chiudono in nove e prendono un palo al novantesimo. I biancorossi, ancora imbattuti, restano soli al comando
- caricamento letture
Print Friendly, PDF & Email

IMG_8579-300x200 di Filippo Ciccarelli

Anche il clima sorride a questa Maceratese: all’Helvia Recina, il sole ed una temperatura più estiva che autunnale, illuminano il cammino dei biancorossi che conduce ai piani alti, altissimi della classifica d’Eccellenza. Tornare a vincere dopo il pareggio acciuffato in extremis a Senigallia era importante, ai fini della graduatoria, del morale e del gruppo. I ragazzi di Di Fabio non hanno sbagliato, e se nel primo tempo hanno seminato, nella ripresa hanno raccolto i frutti, regalando gioie (e palpitazioni) ai 1.500 dell’Helvia Recina, soprattutto negli ultimi 20 minuti della gara, in cui la Maceratese ha raccolto i tre punti grazie ad una prodezza di De Marco. A proposito del pubblico, da segnalare che la curva è stata spostata in… tribuna, visto che uno spicchio laterale del settore coperto è stato riservato alla parte “calda” dei supporter biancorossi. La motivazione, spiegata dal presidente Tardella, è quella di amalgamare e non disperdere il tifo, risorsa preziosissima per la squadra. Novità anche in campo, con una formazione inedita in mezzo, viste le assenze di Giandomenico e Carboni: Arcolai prende il posto di Donzelli come esterno basso di destra, il giovane Cacopardo gioca al centro a fianco di Bucci, Cacciatore è l’unica punta.

IMG_8422-300x200La cronaca: partenza col botto dei biancorossi, che già dopo 50 secondi potrebbero portarsi in vantaggio con Piergallini, che colpisce male col destro un pallone crossato da Rosi dalla bandierina. L’attacco della Maceratese non concede tregua, al 4′ Cacciatore stoppa il pallone in area avversaria ma viene anticipato in extremis, ed appena un minuto dopo lo stesso Cacciatore spara un bolide che Zallocco devia sulla traversa. Al 13′ ospiti pericolosi su calcio d’angolo (originato dall’intervento di Carfagna su una punizione che sarebbe comunque uscita di un paio di metri): l’estremo difensore manca il pallone in uscita, ma Cacciatore riesce ad anticipare Amadori. La spinta della Maceratese, costante per i primi venti minuti, decresce mano a mano: i ritmi si abbassano e la Forsempronese può respirare e sfuttare le ripartenze. Al 37′ sgroppata di Menconi, che dalla destra entra in area e serve Marcolini, ma l’attaccante ospite scivola sul dischetto del rigore al momento della conclusione. Il primo tempo si chiude sul pareggio, con Fucili costretto al doppio cambio per via degli infortuni di Belkaid al 9′ e di Polverari al 39′.

IMG_8522-300x200

Bruno Rosi in azione

Nella ripresa Di Fabio prova soluzioni via via più offensive; al 10′ sostituisce Cacopardo con il giovanissimo Tartabini (classe ’95) ed avanza Arcolai in mediana, quindi inserisce Romanski e De Marco al posto di Piergallini e di un Grcic ancora fuori condizione.
La prima occasione, però, capita sui piedi di Morelli che dalla distanza impegna Carfagna, chiamato alla risposta in due tempi. La svolta arriva a metà del secondo tempo: l’inserimento di De Marco al 23′, e l’espulsione per doppio giallo di Francesco Giorgini al 26′ spianano la strada alla Maceratese, che passa grazie ad un eurogoal di De Marco. La punta scaglia dai 24 metri un destro che si infila sotto la traversa dell’incolpevole Zallocco, mettendo così a referto la sua prima – meritatissima – rete della stagione. E’ l’inizio di un frenetico crescendo biancorosso: al 32′ Zallocco chiude miracolosamente la porta a Rosi, deviando in corner; sugli sviluppi del calcio d’angolo, Cacciatore calcia dal limite dell’area un pallone che scheggia la parte alta della traversa. Al 34′ azione in velocità Rosi-Cacciatore, con Romanski che in area di rigore spara di poco alto. De Marco prova a fare il bis personale al 36′, ma un monumentale Zallocco nega la gioia della doppietta all’attaccante ex Centobuchi.
IMG_8429-300x200 Finale al calor bianco, con la Forsempronese che a tempo scaduto approfitta di uno svarione di Tartabini al limite dell’area; Cinotti crossa un pallone perfetto per Fiori, che colpisce il palo alla destra di Carfagna. Il centrocampista dei pesaresi si rende poi protagonista al 48′ di un brutto episodio che non sfugge all’assistente, il signor Teodori di Fermo: Fiori, che era caduto al limite dell’area della Maceratese e voleva il calcio di punizione, si alza di scatto colpendo Cucco al volto. Il direttore di gara non ha altra scelta che estrarre il cartellino rosso; al triplice fischio la Maceratese festeggia prendendo gli applausi dei propri tifosi, la Forsempronese si lecca le ferite con il rammarico di aver sciupato l’1-1 proprio nel finale, chiuso in 9 contro 11. I biancorossi avranno ben poco tempo per godersi il primato: mercoledì si torna in campo per il match di Coppa, in serata, contro la Fortitudo Fabriano, mentre domenica si giocherà nella tana dell’Elpidiense Cascinare. La Maceratese ci arriva con ottime credenziali: primato in solitaria, ed unica squadra del campionato a mantenere l’imbattibilità.
Il tabellino

MACERATESE 1

FORSEMPRONESE 0

MACERATESE: Carfagna 5.5, Arcolai 6, Russo 6.5, Benfatto 7, Bucci 7, Cucco 7, Piergallini 5.5 (18’st Romanski 6), Grcic 5 (23’st De Marco 7.5), Cacciatore 7, Cacopardo 6 (10’st Tartabini 6), Rosi 7. A disposizione: Martinelli, Traini, Massetti, Raponi. All. Di Fabio.

FORSEMPRONESE: Zallocco 7.5, Luchetti 6, Polverari 6 (39’pt Morelli 6.5), Francesco Giorgini 6, Davide Giorgini 6.5, Baleani 6, Fiori 5, Menconi 6.5, Marcolini 5.5 (36’st Battistelli sv), Belkaid sv (9’pt Amadori 6), Cinotti 6.5. A disposizione: Mea, Sannipoli, Pagliari, Funes. All. Fucili.

Arbitro: Rossetti di Ancona.

Marcatore: De Marco al 28’st.

Note: Spettatori 1500 circa. Ammoniti Carfagna, Arcolai, Benfatto, Bucci, Tartabini (M), Amadori, F. Giorgini, Luchetti (F). Espulsi F. Giorgini al 26’st per doppia ammonizione e Fiori al 49’st per condotta antisportiva. Calci d’angolo 9-5 per la Maceratese. Recupero 2’+5′.

(Foto di Matteo Cicarilli)



 
IMG_8439-200x300   IMG_8445-200x300   IMG_8505-200x300   IMG_8568-200x300   IMG_8570-200x300   IMG_8574-200x300




© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page




Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X