Marco Petracci


Utente dal
20/1/2009


Totale commenti
16

  • Papa Francesco prima di Roma
    ha fatto un salto a Montefano?

    1 - Apr 11, 2016 - 21:14 Vai al commento »
    Gent. le Stefano Valenti, innanzitutto le consiglio di andare a verificare di persona quanto riportato nelle introduzioni della Bibbia dell'edizione CEI. Ripeto, inoltre, quanto già detto: non ho mai messo in dubbio che il prof. re Liuti menta in merito alle date da lui rinvenute nella Bibbia CEI. Il prof. re ha soltanto (e cerco di usare un eufemismo) confuso l'ambito ed il riferimento specifico della suddetta data che lui stesso cita. Non è sufficiente fare un "copia ed incolla" senza sapere il contesto e l'oggetto a cui fa riferimento una data. Per continuare a risponderle (e mi perdoni la ripetizione, la invito per l'ennesima volta a rileggere la mia risposta precedente) non ho mai affermato che è necessario (e riporto le sue esatte parole) che un giornalista debba essere teologo per scrivere in materia di Sacra Scrittura o massimo esperto della materia di cui si accinge a parlare; ho detto che è inammissibile che un giornalista riporti dati errati e approssimazioni non degne di un professionista, quanto più di un dilettante, in merito a qualsiasi argomento. Se poi il suo bagaglio culturale sia frutto di studi universitari riconosciuti ed attestati da certificati o semplicemente quanto appreso per passione non è importante. Infine, nella mia precedente risposta avevo esposto la mia opinione in maniera più che esaustiva (come dietro sua gentile richiesta; cfr. commento 17) in merito ai punti sollevati dal prof. re Liuti. Sinceramente non riesco a capire con quali strumenti a sua disposizione lei riesca a giudicare l'adeguatezza o meno dei commenti scaturiti dall'articolo di Liuti visto che lei è il primo a dire (e le riporto quanto da lei affermato nel commento 25) di non essere un esperto in materia in quanto non le è stato mai possibile trovare del tempo per leggere i testi e manuali a sua disposizione. Pertanto, le consiglio di leggere il testo da lei citato (e le assicuro che è molto interessante) e, alla luce di quanto appreso, rileggere l'articolo di Liuti.
    2 - Mar 13, 2016 - 18:14 Vai al commento »
    Gent.le Stefano Valenti, mi fa piacere notare che anche lei sia informato correttamente in merito alla datazione del Vangelo di Matteo. Ci tengo, tuttavia, a precisare una piccola cosa: se come dice lei, il Prof.re Liuti non è un biblista (e riporto le sue parole), non vedo per quale motivo si debba occupare e scrivere intorno ad un argomento di cui non è competente. Ritengo molto grave e contro ogni etica professionale scrivere articoli contenenti notizie approssimative e, purtroppo, anche errate (giusto per citarle un punto, il prof.re Liuti afferma che Matteo sia l'unico degli evangelisti ad aver fatto parte della ristretta cerchia degli apostoli. Questa è una notizia falsa e pretenziosa: se desidera le posso offrire una lunga bibliografia a sostegno di quanto sto affermando. I testi a cui faccio riferimento sono firmati da autorevoli studiosi come per esempio il Papa emerito J. Ratzinger (e non penso che si metta in discussione lo spessore culturale e la raffinata preparazione di un teologo come Benedetto XVI)). Questa è mala informazione e si rischia, in tale maniera, di diffondere notizie false che, ad un professore del suo livello, non fanno certo onore. Rispondendo al suo secondo commento le vorrei far notare che le date riportate nella Bibbia dell'edizione curata dalla CEI sono frutto del lavoro di eminenti studiosi e non dei vescovi che si sono preoccupati di verificare la veridicità teologica dei contenuti. Non ritengo che nella Bibbia a cui lei fa riferimento siano riportate date approssimative: come già le ho detto precedentemente le posso fornire una lunga bibliografia in cui diversi autori e studiosi, di più confessioni cristiane e non, sono giunti unanimemente alla stessa conclusione. Per quanto riguarda l'inesattezza del prof.re Liuti in merito alla datazione di Matteo (e nelle introduzioni della Bibbia (definirla sacra è una tautologia inutile) della CEI non vi è alcun fraintendimento) è che l'edizione CEI riporta la data della redazione greca del Vangelo di Matteo (quello ufficiale), mentre il prof.re Liuti faceva riferimento ad alcuni frammenti (di cui davvero si sa poco) di un autore sconosciuto (che presumibilmente si pensa che sia Matteo) scritti in aramaico e che riportano alcuni loghìa di Gesù. Tuttavia si sta parlando di due testi assolutamente differenti e vorrei ben sperare che il prof.re Liuti non li abbia confusi soltanto perché portano entrambi lo stesso nome! Non penso che sia importante che gli studiosi, gli storici e gli archeologi che affrontano il problema della datazione della Sacra Scrittura siano cristiani (o come dice lei "dentro la Chiesa")... Ritengo, piuttosto, molto più grave quando chi è per consacrazione "nella Chiesa" poi si ritrovi ad essere per scelta "fuori" da essa. Concludo dicendo una cosa: bisogna stare molto attenti a non confondere il piano della fede con il piano del rigore scientifico e storico altrimenti si corre il pericolo di giustificare dietro alla mancanza o alla presenza di fede errori e imprecisioni che invece con essa non hanno nulla a che fare. Come diceva il saggio Bernardino Telesio: iuxta propria principia! Troppo semplice far dire alla parola di Dio ciò che si vuole: è facile trovare nella bibbia un'autorità maggiore che in se stessi...però in questo caso non si può parlare di esegesi...quanto più di pseudoepigrafia!
    3 - Mar 7, 2016 - 18:27 Vai al commento »
    Se vuole sig. Liuti può continuare a sostenere ciò che vuole, ciò non toglie che siano comunque sbagliate. Non lo dico assolutamente con arroganza, ma studiando teologia, le posso confermare ciò che ho scritto sopra. Per documentarlo però dovrei scrivere un commento forse più lungo del suo stesso articolo. Ed ovviamente non ho il tempo di farlo dato che lo studio della teologia richiede appunto molto tempo. Io poi sarei arrogante mentre lei scrive che le mie considerazioni sono assai meno fondate delle sue. Ha mai sentito parlare di Qumran? Scoperta nel 1947? Si documenti poi ne riparliamo. Cordiali saluti da una persona incivile
    4 - Mar 7, 2016 - 11:06 Vai al commento »
    Ci sono almeno 2 grandi inesattezze: 1) il Vangelo di Matteo non è stato scritto nel 40, ma tra il 70 e l'80 d.C., e non è neanche il primo dei 4, che è quello di Marco scritto tra il 65 e il 70. 2) Gesù non è morto nel 33, perché la sua nascita è collocabile tra il 7 e il 4 a.C., per cui la morte presumibilmente è avvenuta tra il 28 e il 30 d.C. Inutile dire che, prendendo il Vangelo, tanto caro a Maggi, Gesù stesso dice a Pietro:"Tu sei Pietro e su questa pietra fonderò la mia Chiesa", da qui all'abolizione del tempio di Maggi vedo una distanza abissale
  • La Maceratese inciampa sui Sassi
    La galoppata finisce a Matera

    5 - Mag 20, 2013 - 18:48 Vai al commento »
    @ Pre Scia e Carlo Magno Caro Prescia, non prendo lezioni di calcio da te che sei un dipendente della SS Maceratese (come se un dipendente di Berlusconi parlasse male di Berlusconi, non mi risulta sia ancora successo), fatto che dimostra proprio la parzialità di certi giudizi. L'errore dell'assistente (ammesso che ci sia stato, non mi risulta che a Matera ci siano Sky Cam o robe simili) è un errore come quello di Arcolai dopo 6 minuti: come si fa a fare un intervento del genere in area di rigore? Perché tendiamo sempre a condannare un arbitro e a giustificare un giocatore? L'assistente per la partita di ieri ha preso 31€ di rimborso, Arcolai per una sciocchezza del genere quanto prende al mese? (salvando ovviamente Arcolai, uno dei migliori della stagione, ma qui serviva per fare il paragone). Ma il discorso non è solo di questo tipo: visto che entrambi vi affrettate a scrivere che Matera ha speso un milione (non so come facciate a conoscere tutti i compensi dei singoli giocatori), io vi dico che non credo che la mitica presidente abbia speso 100mila € (perché non mi dite quanto ha speso la Maceratese?), perché il divario visto ieri, per larghi tratti, sembrava quello, ma non lo è, e se è sembrato è perché il Matera ieri giocava a calcio, la Maceratese purtroppo no, e non solo per colpa dei giocatori. Senza dimenticare che noi abbiamo un tal Federico Melchiorri che andrebbe sfruttato meglio, perché è un fenomeno, e non ci sono Ceccarelli o Todino (perché Oliveira era squalificato tra l'altro) che tengano!!! Tranquilli, che il vostro beniamino Di Fabio rimarrà anche l'anno prossimo   PS: scusate tra i passaggi a vuoto di quest'anno, mi sono dimenticato quello nel derby con la Civitanovese, quello sì, assolutamente ingiustificabile   PPS: Visto che voi invece vi ergete a intenditori di calcio, mi spiegate come mai ieri la Maceratese nel primo tempo non è pervenuta? Com'è, quando vince a San Cesareo è forte e quando perde a Matera non poteva fare di più? Maurì, in tempi non sospetti, io che non ce capisco perché so un arbitro, te dissi che il San Cesareo avrebbe mollato il campionato, quando ancora stava primo, te ricordi sì?
    6 - Mag 20, 2013 - 11:33 Vai al commento »
    Non sono d'accordo con tutti questi commenti buonisti. Arrivare a una partita del genere e fare prestazione vergognosa come quella di ieri non è accettabile: non ce l'ho con nessuno dei giocatori, e nemmeno con la presidente, a cui va la mia stima incondizionata. Il responsabile di questo è Guido Di Fabio: aveva una squadra nettamente superiore a quelle del suo girone, avrebbe potuto vincere il campionato se non avesse perso dei punti come quelli con San Nicolò e Recanatese (solo per fare alcuni esempi), e la colpa la imputo a lui perché non ha mai saputo dare un gioco alla squadra, e contro le piccole (che quando giocano con lo squadrone si chiudono) vinci se hai gioco, se fai girare il pallone e fai aprire la difesa avversaria. Ieri è stato uno scempio vedere una squadra senza né capo né coda: reparti scollegati tra di loro, squadra troppo offensiva fin dall'inizio, ci voleva maggiore equilibrio per affrontare una corazzata come il Matera, che se avesse chiuso il primo tempo sul 3-0 non avrebbe rubato niente. Un timoniere con le palle avrebbe saputo raddrizzare la situazione dopo l'immediato svantaggio, mentre per tutto il 1° tempo la Maceratese non è pervenuta, anzi è stata in balia del Matera. E nonostante questo, dato il grande potenziale a disposizione, ce la siamo giocata fino alla fine, ma con occasioni sporche e frutto dell'episodio, e non di una manovra organizzata. Senza Luisi e Melchiorri, questa squadra si sarebbe salvata senza patemi, mentre senza 2 squalificati ieri il Matera ha dimostrato di che pasta è fatto, perché ha anche organizzazione di gioco, oltre che giocatori. La Maceratese potrà arrivare in alto, anche senza ritocchi (max un difensore centrale e un centrocampista, entrambi di categoria) a patto che non ci sia Guido Di Fabio in panchina.
  • Maceratese, Troli non vuole andare via
    La società lo mette fuori rosa

    7 - Dic 7, 2012 - 15:35 Vai al commento »
    Non so cosa sia successo tra la Maceratese e Troli. Di sicuro il ragazzo è un ottimo rincalzo, ed anche polivalente. Basti ricordare la grande partita disputata da difensore centrale dopo l'espulsione di Arcolai contro la Sambenedettese. Questo a conferma che nel calcio purtroppo non c'è riconoscenza, e a dimostrazione di come la dirigenza biancorossa (per il resto impeccabile da 1 anno e mezzo a questa parte) abbia sbagliato su di lui: pensare che il lunedì dopo Urbania se ne sarebbe andato, invece si è rimboccato le maniche e con grande umiltà, partita dopo partita, in questa Maceratese si è reso protagonista, a suon di prestazioni. Pertanto auguro tutte le fortune calcistiche (e non) a questo grande uomo, prima che giocatore.
  • Prima l’inferno poi il paradiso
    Settempeda in festa, lacrime per l’Helvia

    8 - Mag 21, 2012 - 17:46 Vai al commento »

    @ Francesco 66

    Tu si che sei obiettivo: dai 4 alla terna arbitrale (premetto che non ho visto la partita) per un'espulsione secondo te ingiusta senza giudicare i restanti 119 minuti dell'operato. Ma dai 7 all'Helvia Recina che, con uno dei più schifosi "biscotti" all'italiana, ha regalato all'avversario (in inferiorità numerica tra l'altro) 3 gol in 5 minuti e la qualificazione??? E per capire che l'Helvia Recina ha regalato volontariamente la partita (non so i motivi) non serviva essere presente. Se l'Helvia Recina non voleva salire di categoria (l'unica motivazione che riesco a trovare) bastava non segnasse il 2° e il 3° gol.

    L'ennesima vergogna del calcio italiano.

  • La Maceratese è prima in classifica
    Ma la Fermana non ci sta

    9 - Mar 21, 2012 - 20:53 Vai al commento »

    Giusto per dovere di cronaca, il gol del Tolentino contro la Maceratese NON era in fuorigioco:

    sul tiro respinto da Carfagna c'erano 2 o 3 giocatori, quelli sì in posizione di fuorigioco, ma non punibile poichè poi la palla non è arrivata a nessuno di loro, ma ad un altro giocatore, quello posizionato sull'esterno che, al momento del tiro di Iacoponi, era assolutamente in posizione regolare.

  • Milan-Juve decisa da un maceratese

    10 - Feb 26, 2012 - 20:34 Vai al commento »

    Caro Filippo, in quella circostanza da regolamento il fuorigioco non esiste perchè "quando un giocatore finisce fuori dal terreno di gioco per effetto dell'azione e ci rimane (per su intenzione o meno) viene considerato come se fosse sulla linea di fondo campo". Il tuo amico ti ha indotto in errore. :-)

    11 - Feb 26, 2012 - 20:10 Vai al commento »

    Grazie di esistere Renzo. Fortunatamente c'è qualcuno che ancora usa la ragione invece che l'impulsività... Ne sapessero qualcosa questi signori com'è stare in palcoscenici del genere, con tutti gli occhi puntati addosso e decidere nel giro di centesimi di secondo. Nessuno nega l'errore, ci mancherebbe, ma mettere in croce una persona per uno sbaglio, per quanto grande, non mi sembra ragionevole. Vorrei vedere se succedesse anche con i calciatori, che sbagliano cose anche peggiori di queste...

    Per vostra informazione, è da anni che Romagnoli fa partie come Mila-Inter, Milan-Juve, Inter-Juve (oltre a tutte le altre ovviamente), e non sbaglia NULLA, nemmeno una rimessa laterale o un calcio d'angolo, davvero ineccepibile, e non lo dico io: ho sentito più volte da telecronisti di Sky elogiare le prestazioni di Romagnoli. Ma voi evidentemente siete tifosi della domenica, o peggio, tifosi da bar

  • Arriva il Cittadino Maceratese
    Il Supereroe della nostra provincia

    12 - Nov 9, 2011 - 17:11 Vai al commento »
    Io trovo invece che sia un modo originale e simpatico di mettere in difficoltà la classe politica. La lentezza di cui parli, ammesso che ci sia, è dovuta al fatto che i consiglieri e gli assessori interpellati non si aspettavano di essere incalzati in questo modo.
  • Mazzata epocale sul Montefano
    Cotica squalificato per oltre 3 anni

    13 - Ott 27, 2011 - 19:24 Vai al commento »
    @ TMartello hai dimenticato nella tua disamina:"afferrandolo con una mano al volto in maniera violenta stringendo forte le guance e scuotendo ripetutamente il capo dell’arbitro". Uno può essere in disaccordo con qualsiasi scelta dell'arbitro, ci mancherebbe, anche perchè gli arbitri sono prima di tutto esseri umani, e quindi ogni tanto gli essere umani sbagliano: nella vita, nel lavoro, nello sport... Odiando il calcio e tutta la sua arroganza, non capisco come tu possa giustificare una simile violenza. @ Alberto Russo spero che tu per dire "la squalifica è eccessiva in fondo non ha fatto tutto questo 3 mesi potevano bastare" sia stato alla partita, perchè un giocatore di quella partita che ha visto come sono andate le cose mi ha detto tali parole:"Stavolta Cotica prende almeno 2 anni di squalifica, ha preso per il collo l'arbitro". Non ho mai visto prendere per il collo un portiere per una papera o un attaccante per un gol mangiato a un metro dalla porta, non capisco perchè un'arbitro che annulli un gol per fuorigioco sul 2-0 per i padroni di casa (sembrerebbe questo il motivo principale della contesa) debba subire una qualsiasi forma di violenza.
  • La Maceratese non si ferma più
    Regolato anche il Fossombrone

    14 - Ott 3, 2011 - 16:28 Vai al commento »
    Quando la squadra va, tutto si gonfia, anche gli spettatori... C'ero ieri, massimo 1000 persone
  • La Maceratese esonera Sabbatini
    Torna in panchina Pierantoni

    15 - Mar 7, 2011 - 14:56 Vai al commento »
    quoto Marco, oramai non ci sono più parole!!!
  • Sgarbi minaccia San Severino:
    “Datemi i soldi per la mostra”

    16 - Feb 27, 2011 - 20:42 Vai al commento »
    ah ma stiamo parlando del condannato per truffa allo Stato Vittorio Sgarbi??? Sgarbi, io 10mila calci in culo ti darei, per la tua maleducazione e saccenza che mostri ripetutamente in ogni tuo intervento televisivo (ma anche lì i responsabili sono quelli che ce lo mandano in TV, non lui), non 10mila €!!! Pagliaccio
Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy