Rubano bici in cambio di droga
Arrestati due tunisini

CIVITANOVA - Furti davanti agli chalet del lungomare. Blitz dei carabinieri alla stazione
- caricamento letture

droga-civitanova

Il telefono e la droga sequestrati dai carabinieri

Biciclette come merce di scambio per acquistare droga. Accade a Civitanova Marche dove alcuni tossicodipendenti hanno preso l’abitudine di rubare le bici dalle rastrelliere che si trovano davanti gli chalet della costa per cederle ai pusher come pagamento per sostanze stupefacenti.  L’originale forma di baratto, diffusasi negli ultimi tempi a Civitanova Marche, è stata scoperta in questi giorni dai Carabinieri della  locale caserma che questa mattina hanno organizzato un blitz nella stazione ferroviaria.
Ben otto militari (quasi tutto il reparto si è riversato  per strada) si sono posizionati nei punti cardine della città. Nell’appostamento hanno avvistato prima due  tossicodipendenti e poco dopo due presunti pusher e quindi li hanno accerchiati.  Gli uomini, due tunisini, non sono riusciti né a fuggire né a buttare la sostanza che detenevano.  I Carabinieri hanno sequestrato diverse dosi di hascisc ed eroina, già preparata e confezionata per essere ceduta, per un totale complessivo di 18 grammi. I due pusher gravati da alcuni precedenti e irregolari sul territorio italiano, sono stati arrestati per concorso nello spaccio di stupefacenti e condotti al carcere di Montacuto. E’ stato identificato e  denunciato per furto aggravato un marocchino, responsabile del furto di 4 biciclette avvenuto qualche giorno fa. Sono stati inoltre  identificati alcuni tossicodipendenti, arrivati in un secondo momento, che stavano probabilmente cercando nel piazzale della stazione i loro pusher e hanno invece trovato le forze dell’ordine.

L’attività investigativa  è iniziata  in seguito alle segnalazioni dei titolari degli chalet della zona, raccolte dai Carabinieri di Quartiere (gli appuntati Morelli e de Giovanni) che  hanno così appreso del legame tra attività di spaccio di droga nel centro città ed ai concomitanti furti di biciclette. In meccanismo è piuttosto chiaro e consolidato come dimostra il fatto che nella sola  mattinata di ieri ben 8 cittadini hanno presentato denuncia di furto delle bici alla Caserma di via Carnia e numerosi sono stati i rinvenimenti di bici rubate, a pedale ed elettriche, svolti dagli stessi carabinieri civitanovesi.

***

In bici sul treno, era rubata (leggi l’articolo)

 



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page
-





Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X