La Vigor Pollenza trova la salvezza
Potenza Picena-Portorecanati la finale

- caricamento letture
Print Friendly, PDF & Email
Potenza-Picena3-300x224

La formazione del Potenza Picena impegnata nella finale contro il Portorecanati

di Federico Bettucci

Sarà Potenza Picena-Portorecanati la finale playoff del campionato di Promozione girone B. La seconda contro la terza della stagione regolare, le due compagini che più a lungo (in particolare i giallorossi) hanno insidiato la prima della classe Monturanese. La gara si disputerà domenica pomeriggio (ore 16,30) a Loreto. In caso di pareggio al termine dei 90 minuti, si giocheranno i tempi supplementari. Se persisterà il segno X al 120′, sarà il Potenza Picena a trionfare in virtù del migliore piazzamento in classifica. Chi vincerà andrà a contendere il posto nel campionato di Eccellenza del prossimo anno alla vincente di Cagliese-Castelfidardo (finale playoff del girone A). La finalissima è in programma domenica 5 giugno. I due pareggi nel derby lungo 180 minuti promuovono la squadra di mister Santoni, togliendo dalla scena il Porto Potenza, protagonista di un campionato ugualmente più che soddisfacente. All’andata 2-2, al ritorno 1-1. L’inizio è tutto degli ospiti, che devo necessariamente espugnare lo Scarfiotti per proseguire nel cammino. Tartufoli nel corso della prima frazione sfiora più volte la segnatura che stravolgerebbe gli equilibri del match. Al quarto d’ora della ripresa è però Pantone a colpire, portando in vantaggio i padroni di casa. Il Porto Potenza, dopo che i cugini sfiorano il raddoppio, perviene al pareggio all’88’ con Marra, cercando fino all’ultimo il gol del miracolo, che però non arriva. Sabato pomeriggio aveva staccato il biglietto per l’atto conclusivo del girone comprendente le formazioni maceratesi anche il Portorecanati, che dopo l’1-1 di Porto Sant’Elpidio ha regolato i rivali, davanti al proprio pubblico, per 2-1. “Non dovremo pensare al pareggio, altrimenti saranno guai”, aveva sentenziato mister Busilacchi. I suoi discepoli lo hanno ascoltato, andando anche a centrare il successo. Vincere aiuta a vincere. Domenica il verdetto. Quelli definitivi sono già stati emessi in chiave playout. La Vigor Pollenza taglia in maniera meritata il traguardo della salvezza e finalmente può festeggiare il raggiungimento di un obiettivo che a gennaio pareva a dir poco utopistico. La formazione di Fermanelli doveva solo vincere contro il Sirolo Numana dopo la sconfitta (1-2) della partita di andata. E vittoria è stata. Dopo un brutto primo tempo, complice la tensione, a metà secondo tempo arriva il sigillo risolutore. L’autore? Naturalmente Giannandrea, decisivo dal dischetto. Il vantaggio è mantenuto grazie ad una superba prova difensiva, malgrado la Vigor rimanga in nove uomini per le espulsioni di Piccinini e di Vita. Nonostante la doppia inferiorità numerica, la porta pollentina non corre mai seri rischi fino al fischio finale. Quando arriva il momento di esultare. Salva anche l’altra formazione della provincia, il Chiesanuova, ampiamente al sicuro dopo l’exploit dell’andata. A retrocedere è il Campiglione, battuto 1-0 con gol di Sacchi in apertura.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page




Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X