Lube, parte l’assalto alla Challenge
Podrascanin: “Sarà fondamentale
vincere l’andata contro l’Izmir”

Ci vorrà un Fontescodella gremito per spingere i biancorossi
- caricamento letture
Print Friendly, PDF & Email
Podrascanin-Lube

Un attacco del serbo Marko Podrascanin

 

Lube Banca Marche al via della settimana europea più importante della stagione. Domani alle 20.30 i biancorossi ospitano al Fontescodella i turchi dell’Arkas di Izmir, per la gara di andata della finale di GM Capital Challenge Cup, l’unico trofeo continentale che ancora manca nella già prestigiosissima bacheca dei maceratesi. Per la squadra di Berruto fondamentale vincere per presentarsi in vantaggio nella sfida di ritorno che si giocherà a Smirne (Izmir) domenica prossima alle 16.00 italiane: come noto, ad alzare il trofeo sarà la squadra che riuscirà ad aggiudicarsi entrambe le partite, ed in caso di una vittoria ciascuno sarà il Golden Set a decretare le sorti definitive della doppia sfida. Ottimo il riscontro fatto registrare in prevendita dai tifosi biancorossi, che non vogliono assolutamente mancare a questo che rappresenta un vero e proprio appuntamento storico per Macerata, ospitando per la prima volta assoluta la finale di una coppa europea al Palasport Fontescodella. Ci sono ancora biglietti disponibili, con il botteghino che nel giorno della partita sarà aperto dalle 9.00 alle 12.30, e dalle 15.00 fino al fischio d’inizio.

PARLA MARKO PODRASCANIN – “Per conquistare questa finale – dice il centrale serbo Marko Podrascanin – abbiamo lavorato molto sodo, facendo anche dei lunghissimi viaggi, e la vittoria del trofeo sarebbe senza ombra di dubbio il modo migliore per ripagarci. E’ l’unico alloro continentale che ancora manca alla Lube e questo rappresenta uno stimolo ulteriore, come del resto lo è anche la possibilità di poter disputare una partita così importante al Fontescodella, pur trattandosi della gara di andata. La nuova formula della CEV impone la vittoria di entrambe le partite, dunque ritengo possa essere superfluo rimarcare quanto sia importante questo primo match che giocheremo davanti ai nostri tifosi. L’Arkas ha dei giocatori importanti, che conoscono molto bene il campionato e le squadre italiane, dunque per conquistare il trofeo ci sarà sicuramente da sudare, servirà insomma la miglior Lube. Sarà fondamentale scendere in campo sereni, concentrati, e soprattutto con la consapevolezza dei nostri mezzi”.

GLI ARBITRI – Lube Banca Marche-Arkas Izmir, gara di andata della finale di GM Capital Challenge Cup, sarà arbitrata dal croato Dravko Stipanicev e dall’ungherese Laszlo Adler. Arbitro di riserva Fabrizio Pasquali di Ascoli Piceno, CEV Supervisor il tedesco Hartmut Giebels.

CONOSCIAMO L’ARKAS IZMIR – Il prossimo avversario dei biancorossi nell’ultimo gradino della scalata che porta alla conquista della GM Capital challenge Cup 2011 è una delle squadre più forti del palcoscenico pallavolistico turco, che come noto negli ultimi anni ha arruolato nelle proprie formazioni tantissimi campioni (compresi gli ex biancorossi Ivan Miljkovic e Andrija Geric, in forza al Fenerbache Istanbul), alzando notevolmente il livello del proprio campionato. L’Arkas Izmir, che sabato scorso ha vinto brillantemente contro il Galatasaray per 3-0, occupa attualmente il secondo posto in campionato, dietro allo Ziraat Bankasi di Ankara. In Europa si è guadagnata l’accesso a questa finale contro la Lube Banca Marche eliminando nel turno precedente gli austriaci del Aich/Dob, non senza fatica: sconfitta al tie break nell’andata in Austria, netta vittoria per 3-0 in quella di ritorno, altrettanto netta l’affermazione nel decisivo Golden Set, vinto addirittura 15-6. L’allenatore dell’Arkas, il canadese Glenn Hoag, è una vecchia conoscenza dei biancorossi, dato che prprio nella passata stagione li eliminò negli ottavi di finale della CEV Champions League alla guida del Bled (Slovenia). Nella rosa dei giocatori spiccano i nomi del martello brasiliano Joao Paolo Bravo, ex Piacenza, dello schiacciatore ungherese Domotor Meszaros, che ha alle spalle tante stagioni nel campionato italiano (ex Modena e Padova), e l’opposto colombiano Agamez, in passato già avversario dei biancorossi in Champions League con la maglia del Panathinaikos Atene.

FAVOREVOLI I PRECEDENTI CON LE TURCHE – L’Arkas Izmir è la quarta squadra turca ad affrontare la Lube Banca Marche in una competizione europea. La prima fu l’Arcelik Istanbul, nella Main Phase della Champions League 2001/2002: i biancorossi, sconfitti al tie break nell’andata in Turchia, si riscattarono nel ritorno vincendo 3-0.
Nella stagione 2004/2005 avversaria dei maceratesi fu invece l’Halkbank di Ankara, nei quarti di finale della coppa Cev: la Lube si impose sia all’andata che al ritorno (3-1 all’andata in Turchia, 3-0 a Macerata), con Andrija Geric che nella seconda partita mise a segno ben 9 ace. L’ultimo precedente risale infine alla CEV Champions League 2008/2009. Negli ottavi di finale la squadra allora allenata da Fefè De Giorgi eliminò il Fenerbache Istanbul negli ottavi di finale: vittoria per 3-0 nella gara di andata al Fontescodella, sconfitta al tie break nella sfida di ritorno nella quale, comunque, i biancorossi si rilassarono dopo aver conquistato subito la qualificazione, aggiudicandosi il primo set.

DIRETTA TV E RADIO – La gara di andata della finale di GM Capital Challenge Cup tra Lube Banca Marche e Arkas Izmir sarà trasmessa in diretta a partire dalle 20.30 su Sport Italia 1 (canale 225 del pacchetto Sky). Radiocronaca diretta alla stessa ora, invece, sulle frequenze marchigiane di Radio Cuore Network, disponibili in streaming nella sezione Radiocronaca Live di www.lubevolley.it.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page




Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X