Una rissa fra romeni scatena
una notte da far-west a Macerata

Determinante l'intervento della Polizia costretta anche a piantonare il pronto soccorso
- caricamento letture
rissa

foto d'archivio

di Roberto Scorcella

Una notte di straordinaria follia e violenza con Macerata trasformata per alcune ore nel far-west. Una discussione fra quattro romeni  generata da motivi che sono ancora al vaglio si è trasformata in una autentica rissa che ha portato al ferimento di tutti e quattro i protagonisti e alla loro successiva denuncia all’autorità giudiziaria. Tutto comincia alle 4 di questa mattina, quando la Volante della Polizia di Stato viene urgentemente chiamata ad intervenire in via Leopardi a Macerata per una rissa tra giovani. Gli agenti arrivano sul posto e trovano ancora tre giovani romeni in evidente stato di ubriachezza. I tre vengono fermati e identificati. Ma ai poliziotti non possono passare inosservati anche i vistosi lividi ed ematomi che i tre hanno sul volto, oltre agli abiti macchiati di sangue. Alla richiesta di spiegazioni, in un primo momento i tre negano che sia mai avvenuta una rissa, affermando convintamente di essere caduti. Solo a seguito dell’insistenza degli agenti i tre, alla fine ammettono di essere venuti alle mani con un connazionale. A questo punto vengono accompagnati al pronto soccorso dell’ospedale di Macerata dall’ambulanza del 118 che pure è stata chiamata ad intervenire sul posto.

Una volti arrivati in ospedale si rende, però, necessario un ulteriore intervento della volante in quanto, nella sala d’attesa, nel frattempo è arrivato per farsi medicare anche il presunto aggressore il quale, come gli altri, presenta escoriazioni e lividi sul volto. Per evitare ulteriori litigi e violenze tra il gruppo, la Polizia decide di piantonare il pronto soccorso e poi di riaccompagnare a casa il presunto aggressore: troppo concreta la possibilità che gli altri tre potessero aspettarlo fuori dall’ospedale per vendicarsi.

Ed effettivamente, senza l’intervento della Polizia sarebbe andata proprio così. A confermarlo è quanto accade nel prosieguo di questa assurda nottata. Infatti, i tre romeni precedentemente identificati in via Leopardi, non avendo la possibilità di sfogarsi sul loro presunto aggressore, armati di un bastone danneggiano seriamente l’auto della madre del ragazzo, un’Alfa 156, infrangendone i vetri e danneggiando fanali e carrozzeria.

Mentre proseguono le indagini per accertare l’esatta dinamica degli eventi e le responsabilità personali, tutti i partecipanti agli eventi sono stati deferiti all’autorità giudiziaria.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page
-





Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X