Via Manzoni
invasa dai paletti
Protesta dei commercianti

Macerata
- caricamento letture

paletti-via-manzoni-3-300x225

di Alessandra Pierini

Una piccola foresta di paletti sta invadendo i marciapiedi di Via Manzoni. I paletti sono stati piantati nei giorni scorsi per impedire la sosta delle auto ma la scelta non è stata gradita dai titolari degli esercizi commerciali della zona che ritengono di essere stati danneggiati dal provvedimento.
Prima tra tutti Antonella Ornelli, titolare del supermercato: «Il nostro esercizio commerciale opera da più di 20 anni, svolge anche una funzione sociale perché vengono moltissimi anziani che non potrebbero arrivare più lontano e dà lavoro a molte famiglie. In questa zona ci sono anche altre piccole attività che per sopravvivere hanno bisogno di clienti.»

paletti-via-manzoni-8-300x225

Fino ad ora capitava molto spesso che i clienti parcheggiassero le auto per breve tempo lungo i marciapiedi: «Non è mai stato necessario chiamare un carroattrezzi, le macchine non hanno mai dato fastidio a nessuno eppure hanno messo paletti ovunque, anche sopra le strisce pedonali o alla fine del marciapiede. In questo modo scoraggiano i nostri clienti che non sanno più dove fermarsi, neanche per qualche minuto.»
Il Comune di Macerata dovrebbe consegnare molto presto ai titolari degli esercizi le chiavi per rimuovere i paletti laterali, posizionati lungo l’area di carico e scarico merci ma al momento nessuno le ha ancora ricevute. «Per le chiavi sono disposta ad aspettare ma se qualcuno ha chiesto di mettere questi paletti ed è stato accontentato, allora a questo punto io chiedo di toglierli.»

(Foto di Guido Picchio)

paletti-via-manzoni-7-300x225

paletti-via-manzoni-5-300x225

paletti-via-manzoni-4-225x300

paletti-via-manzoni-6-300x225

paletti-via-manzoni

Antonella Ornelli del supermercato

paletti-via-manzoni-2-225x300



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page
-





Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X