Gianni Menghi: “Con Zecchi e Veneziani
a Macerata è tornato il legame
tra cultura e politica”

- caricamento letture

veneziani-filarmonica

Da Gianni Menghi, coordinatore comunale del Pdl Macerata, riceviamo:

Uno-due. Dopo il professor  Stefano Zecchi è arrivato in città anche Marcello Veneziani (nella foto). Due intellettuali apprezzati e famosi a fianco di Fabio Pistarelli ma con un approccio libero e disincantato. La cultura irrompe nella campagna elettorale del centrodestra e toglie alla sinistra un monopolio di immagine costruito negli anni con molto fumo e poco arrosto.

Hermas Ercoli si è fatto promotore credibile e convincente di un’esigenza diffusa: quella di riportare al centro della scena le idee, cioè il legame tra cultura e politica. Sul piano della proposta amministrativa la conseguenza è inserire la cultura in un progetto generale di sviluppo, valorizzando le eccellenze del capoluogo.

Ma il modello delle clientele, dei carrozzoni, della cultura come grande greppia gestita dal potere politico dominante va superato. Piaccia o no, solo il centrodestra, anche per motivi storici, può ridare libertà, dignità e autonomia alla cultura, lasciando da parte complessi di inferiorità del tutto ingiustificati, come dimostrano le belle serate con Zecchi e Veneziani”.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page
-





Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X