Calcio Allievi, il derby
Maceratese-Robur finisce 0-0

- caricamento letture
Print Friendly, PDF & Email

maceratese allievi regionali

Dici derby dici divertimento? Ma neanche per sogno. Si riassume così in sintesi quanto visto domenica mattina in un “Della Pace” discretamente gremito tra Robur e Maceratese nel derby riservato alla categoria Allievi regionali terminato 0-0. Una gara spenta, noiosa, dove a vincere sono stati calcioni e nervosismo. Poche, anzi pochissime le azioni di rilievo, in una gara dove le due squadre hanno badato più a non prenderle che a darle, e stavolta non parliamo di botte.
La Fulgor terza in classifica, giungeva all’appuntamento coi favori del pronostico, facendo affidamento sulla verve dei tanti ex roburini, quest’anno in casacca biancorossa: dai gemelli Mancini, ancora una volta una spanna sopra agli altri, a uno dei due Patrassi, Lorenzo per la precisione, che domenica ha sfidato il fratello gemello Francesco per la prima volta in carriera nel più classico dei derby di famiglia, fino ad arrivare a Cacopardo e Lo Brutto, quest’ultimo eroe mancato per un soffio. La Robur dal canto suo, puntava tutto su grinta e dinamismo, che alla fine le hanno dato ragione, strappando ai cugini un punto prezioso più per il morale che per la classifica. Visti i pochi spunti di cronaca, su tutti un palo roburino e un grande intervento dell’estremo difensore maceratese Ortenzi, citiamo su tutte la prova di Andrea Bruno, un difensore centrale dalle spiccate doti tecnico tattiche che lo rendono sicuramente uno dei giocatori più interessanti della categoria. Il capitano della Fulgor infatti, compone insieme al gemello Luca Mancini una coppia centrale da far invidia a chiunque, trasmettendo sicurezza all’intero reparto, non a caso il meno battuto del campionato. Il problema Fulgor in questo momento è invece la davanti, negli ultimi 20 metri, dove la squadra non riesce a finalizzare il lavoro fatto da centrocampo e difesa. Un plauso ai bianconeri della Robur, che venuti a mancare ad inizio stagione degli ex sopra citati, stanno disputando un egregio campionato, guidati dall’esperienza del vecchio lupo di mare Raniero Gentili, capace di instaurare un gruppo compatto e combattivo, che secondo gli esperti si rivelerà l’arma in più della società salesiana.
Sabato prossimo Robur e Fulgor si troveranno nuovamente di fronte, questa volta nella categoria giovanissimi provinciali. I bianconeri di Tomassini vengono da diversi risultati utili, mentre i biancorossi di Tartuferi stanno vivendo un momento di calo dopo un brillante inizio di stagione: il solo punto nelle ultime due gare disputate ne sono la prova lampante. Appuntamento al “Della Pace” alle ore 17,30.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page




Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X