Il grande sogno di Mosca:
riportare la Rata nei Prof

- caricamento letture
Print Friendly, PDF & Email

mosca_maurizio_2194

di Andrea Busiello

Sono ore importanti quelle che stanno vivendo tutti i supporters della Maceratese in quanto la società è stata finalmente rilevata ed ora si comincerà a valutare le varie opzioni tecniche per formare la Fulgor Maceratese del 2009/2010. In merito abbiamo sentito uno dei numeri uno del sodalizio biancorosso che risponde al nome di Maurizio Mosca (nella foto mentre sembra indicare la strada giusta per la sua Maceratese) che assieme al presidente Massimo Paci ha rilevato la Maceratase dal tribunale.

Ora la neonata Fulgor Maceratese ha inoltrato domanda di ripescaggio in serie D ma l’ipotesi più probabile è quella che si ripartirà dall’Eccellenza. Comunque va senza dubbio elargito un grande plauso allo stesso Maurizio Mosca per il comportamento che ha avuto nel cercare di salvare in tutti i modi la Maceratese, impresa questa riuscitagli con successo.

Mosca, innanzitutto partiamo dalla questione ripescaggio. Quante sono le possibilità che la Maceratese possa giocare il prossimo campionato in serie D?

“Direi poche. E’ inutile illudere la gente dicendo che ci sono tante possibilità. La verità è che ci sono 21 squadre che hanno inoltrato domanda di ripescaggio e fra queste anche la Maceratese. E’ una grande soddisfazione per tutti noi poter effettuare questa domanda di ripescaggio perchè in tempi brevi abbiamo davvero fatto i miracoli ma credo che le speranze siano davvero residue”.

Passiamo all’aspetto tecnico: chi sarà il nuovo allenatore della Fulgor? Minuti o Porro?

“Credo che tra breve sapremo ma comunque la scelta cadrà su uno dei due. Allo stato attuale delle cose mister Alessandro Porro è in vantaggio rispetto a Minuti ma su questo aspetto stanno lavorando bene Sampino e Paci e mi fido del loro operato. Ovvio che il tassello della scelta dell’allenatore è fondamentale per poi costruire la squadra”.

La squadra al momento attuale che pedine ha a disposizione e soprattutto, come intende muoversi nel mercato?

“Spero che possano rimanere la maggior parte dei giocatori della rosa della scorsa stagione ma non sarà facile. Una cosa è invece certa: faremo dei colpi importanti e già per il fine di questa settimana potremo avere dei nomi ufficiali ma ora non voglio lasciar trapelare nulla, come ho detto prima Sampino e Paci stanno lavorando alacremente e tra breve avremo delle importanti novità di mercato”.

Certo che se farete l’Eccellenza sarà un torneo incredibilmente denso di piazze di spessore come Macerata, Fermo, Pesaro, Tolentino, Jesi, Civitanova. Insomma davvero un gran bel campionato…

“Si, sarà un campionato straordinario al quale mi auguro la Maceratese non partecipi, il che significherebbe che saremmo ripescati in serie D. Apparte ciò se giocheremo in Eccellenza sarà un torneo dallo spessore inestimabile e francamente contro queste città ho poca voglia di fare figuracce dunque…”.

Ultima domanda, ma anche la più importante: dove vuole arrivare la Fulgor Maceratese?

“E’ bene fare le cose per gradi senza troppe illusioni e dunque dico di pensare al nuovo corso con molta fiducia. Certo, poi il sogno è e rimane uno solo: quello di riportare la città di Macerata nella categoria che gli compete, ovvero tra i professionisti. Per fare ciò ci vorrà tempo e una sana programmazione”.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page




Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X