Ipotesi Monachesi
per la Maceratese

- caricamento letture

monachesi1

di Matteo Zallocco

Nei giorni scorsi Fabio Giulianelli ha confermato che la Lube non è interessata alla Maceratese. L’assessore provinciale Alessandro Savi, da grande tifoso qual è, ci aveva sperato come dichiarato a Cronache Maceratesi: “Qualche tempo fa Fabio Giulianelli ha detto che non vi erano le condizioni ideali per l’ingresso della sua azienda in società, ora invece la situazione sembra più chiara e ci sarebbe la massima trasparenza. Da assessore provinciale rivolgo un appello a questa azienda che ha ottenuto tanti successi anche nello sport, questa potrebbe essere l’occasione giusta per il rilancio della Maceratese. Estendo poi l’appello a tutto il mondo imprenditoriale locale, la Maceratese ha bisogno di aiuto”.

Quello di Fabio Giulianelli è un no definitivo per un’interesse che probabilmente non c’è mai stato. La Lube vuole concentrare tutte le sue forze sul volley.

Secondo i ben informati però c’è un nuovo nome dietro l’angolo. Un nome che in realtà tanto nuovo non è visto che stiamo parlando di Stefano Monachesi, amministratore delegato della Smea, già presidente della Maceratese per cinque anni (1996-97/2000-01). Il suo nome negli ultimi tempi è più volte stato associato alla Maceratese, anche nell’ormai famosa cordata di Maurizio Mosca che come scritto lunedì si è dovuto tirare indietro non riuscendo più a far fronte alle richieste dei creditori. Il tentativo di salvataggio da parte di Mosca è fallito, d’altronde sembrava una mission impossible, e ora ci si aspetta che la proprietà consegni i libri contabili in tribunale e si nomini un curatore fallimentare.

A Cronache Maceratesi Stefano Monachesi non nasconde che ci sono e ci continuano ad essere contatti per un suo ritorno, aggiungendo però che in questo momento è difficile fare previsioni: “La crisi societaria della Maceratese – spiega Monachesi – è talmente forte per cui qualsiasi ipotesi deve trovare la sua giusta dimensione. Aspettiamo cosa farà la società, poi si vedrà, ora non si può dire niente. Di sicuro non penso a un mio ritorno solitario: si dovrà formare un gruppo di intenti per uscire da questa crisi. Con Maurizio Mosca ho parlato diverse volte ma adesso è giusto aspettare anche perchè personalmente non conosco Umberto Ulissi e conosco poco Andrea Barcaglioni che gli ha venduto la società”.

Dunque all’orizzonte c’è l’ipotesi di una nuova cordata, al cui interno potrebbe esserci ancora Maurizio Mosca, con Stefano Monachesi e altri.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page
-





Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X
		Tolentino = 
Civitanova = 
Elezioni =