«Poltrona Frau, risultato storico:
i 41 soci lavoratori
assunti come dipendenti»

TOLENTINO - Dopo lo sciopero del 30 gennaio scorso, tutti coloro che lavorano in appalto per una coop saranno assunti da una srl. La soddisfazione di Cgil e Cisl: «Quando la lotta è giusta ed i lavoratori uniti i risultati si portano a casa»

- caricamento letture
sciopero-poltrona-frau

Lo sciopero del 30 gennaio

di Francesca Marsili

Dopo lo sciopero, i 41 soci lavoratori della cooperativa che ha l’appalto per la logistica di Poltrona Frau hanno vinto la loro battaglia: «Dal 1 marzo saranno assunti come dipendenti da una srl – commentano soddisfatti Angelo Ceccarelli, segretario della Filt Cgil Macerata e Claudio Giuliani, segretario della Fit Cisl -. Un risultato storico, quando la lotta è giusta ed i lavoratori uniti i risultati si portano a casa».

WhatsApp-Image-2024-01-30-at-12.57.01-325x244

Lo scorso 30 gennaio i 41 lavoratori della coop che si occupa del settore logistica di Poltrona Frau, affiancati dalle due sigle sindacali, avevano incrociato le braccia per 8 ore protestando per la precarietà del loro rapporto di lavoro dovuto al fatto di essere assunti come soci lavoratori e non come dipendenti. «Lavoratori di serie B», così sentivano rispetto ai loro colleghi di Poltrona Frau, assunti direttamente. Da anni infatti la Poltrona Frau ha scelto di esternalizzare il servizio di logistica, dando in appalto a delle coop le quali hanno assunto con la formula di soci lavoratori.

«Con lo sciopero che ha visto la partecipazione del 100% dei lavoratori in causa, abbiamo voluto evidenziare la poca trasparenza e l’oggettiva instabilità della condizione dei soci lavoratori e lavoratrici della cooperativa all’interno della logistica dell’appalto Poltrona Frau Tolentino che operano nei servizi logistici relativi ai prodotti Residenziali e Automotive. Una mobilitazione rispetto alla quale è arrivato il sostegno della Rsu di Poltrona Fra», spiegano Ceccarelli e Giuliani.

Nella giornata di sciopero, come raccontato da Cronache Maceratesi, erano state molte le testimonianze dirette dei lavoratori che denunciavano tutte le anomalie di contratti del genere: dagli scatti di anzianità limitati, alle difficoltà ad accedere ad un mutuo, ai contributi bassissimi, alla malattia: la rivendicazione principale era stata appunto quella di essere assunti direttamente come dipendenti così da essere inquadrati senza deroghe all’interno del Ccnl. «A seguito dello sciopero come organizzazioni sindacali abbiamo chiesto un tempestivo incontro alla società titolare dell’appalto che ha portato alla firma del verbale di accordo per il cambio dello stesso – evidenziano i due sindacalisti – . Venerdì 9 febbraio si è tenuto un incontro tra tutte la parti e dal 1 marzo 2024 tutti e 41 i lavoratori saranno assunti come dipendenti diretti da una srl, nel rispetto delle condizioni previste dall’art.42 del Ccnl Logistica, Trasporto merci e Spedizioni, con il riconoscimento degli scatti di anzianità anche pregressi, la continuità senza periodo di prova per tutti gli indeterminati e la possibilità di assunzione per i contratti a termine nei prossimi mesi».

I rappresentanti delle due sigle sindacali Filt Cgil Macerata e Fit Cisl aggiungono che nel corso del lungo confronto tra le parti, che ha portato appunto alla firma del verbale, sono molti gli argomenti portati sul tavolo dalle parti sociali: da una maggiore chiarezza rispetto all’organigramma aziendale, all’apertura di un tavolo imminente rispetto all’inquadramento specifico di ogni lavoratore che tenga conto delle specifiche mansioni e competenze. «Un lavoro collettivo dei sindacati unitamente alle Rsu interne ed a tutti i lavoratori e le lavoratrici della cooperativa. Una lotta giusta, trasparente e determinata che ha portato ad un risultato storico all’interno del sito Poltrona Frau Tolentino. Naturalmente – concludono Ceccarelli e Giuliani – saremo vigili soprattutto i primi mesi rispetto l’andamento del nuovo corso, sempre e solo per la tutela di tutti i lavoratori e le lavoratrici».

 

Sciopero alla Poltrona Frau «Ci sentiamo lavoratori di serie B»



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page
Podcast
Vedi tutti gli eventi


Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X