Minacce ad una avvocatessa dal carcere:
«Mando qualcuno a cercarti»

MACERATA - Sotto accusa un 37enne, oggi si è aperto il processo in tribunale. L'uomo era detenuto a Pesaro e da lì avrebbe contattato la legale

- caricamento letture

tribunaleMinaccia una avvocatessa con una telefonata dal carcere: «quando esco ci penso io a te», ora è sotto accusa al tribunale di Macerata. Oggi si è aperto il processo davanti al giudice Federico Simonelli.

Sotto accusa, un 37enne pakistano, Idrees Abbas, che avrebbe minacciato una avvocatessa chiamandola al cellulare dal carcere di Pesaro dove era detenuto. La telefonata, continua l’accusa, sostenuta dal pm Francesca D’Arienzo, sarebbe stata fatta il 10 marzo del 2022.

L’uomo, che in passato era stato assistito dall’avvocatessa, le avrebbe detto: «Non ti dimenticherai mai il mio nome, mando qualcuno a cercarti, quando esco a te ci penso io, io so dove venirti a cercare». La minaccia sarebbe stata fatta dopo che il legale aveva chiesto i pagamenti per l’attività professionale prestata. Il 37enne è assistito dall’avvocato Merys Teodori.

(Gian. Gin.)



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page
Podcast
Vedi tutti gli eventi


Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X