San Donato Tavernelle scappa,
Recanatese pareggia con il solito Sbaffo

SERIE C - Al Tubaldi, nel primo tempo, i giallorossi vanno sotto con Bianchi, ma il capitano pareggia i conti prima dell'intervallo. Nel finale Marilungo colpisce un palo e Fallani salva l'1 a 1 con un miracolo. Per i leopardiani, che restano fuori dalla zona playout, è il quarto risultato utile consecutivo
- caricamento letture
Esultanza-recanatese-sbaffo

L’esultanza di capitan Sbaffo (Instagram Recanatese)

di Andrea Cesca

Una Recanatese incerottata e con una rosa alquanto risicata si deve accontentare del pareggio nello scontro salvezza con il San Donato Tavernelle. Gli ospiti si portano in vantaggio con Bianchi, il solito Sbaffo pareggia i conti allo scadere del primo tempo. Termina 1 a 1 la partita del Nicola Tubaldi, quarto risultato utile consecutivo per la squadra allenata da Giovanni Pagliari in serie positiva nel girone di ritorno. Nelle battute finali i padroni di casa sono stati anche sfortunati quando Marilungo ha colpito un palo. Nel primo tempo traversa anche per Paudice, sugli sviluppi della quale era arrivato il pareggio. Da non sottovalutare, però, la parata salva risultato di Fallani su Ubaldi.

Giovanni-Pagliari-2-325x249

Mister Giovanni Pagliari

Pagliari deve fare i conti con parecchie defezioni. Raparo ha riportato uno stiramento nella trasferta di Fermo, Somma è squalificato, Pacciardi si è operato al ginocchio. E poi non c’è Gomez, assente di lungo corso. Dal Mantova in settimana è arrivato in prestito l’attaccante Paudice e l’allenatore lo schiera dal primo minuto. Giampaolo e Carpani non al meglio vanno in panchina. «E’ una partita difficile, molto molto importante» ha affermato Pagliari alla vigilia del match. E’ una sfida tra matricole quella che si gioca al “Nicola Tubaldi” in palio ci sono punti pesantissimi per la salvezza. Le due squadre si sono affrontate altre due volte, l’ultima nella gara di andata (0 a 0) mentre lo scorso maggio nella poule scudetto di Serie D prevalse la Recanatese 2-1. Il San Donato Tavernelle deve fare a meno di Russo colpito da un attacco febbrile, Regoli è squalificato, il nuovo acquisto Pezzola ha problemi alla caviglia.

esultanza-sbaffoPagliari deve fare di necessità virtù, l’allenatore disegna una Recanatese a trazione anteriore, Ferretti viene utilizzato ancora come terzino sinistro. Il San Donato fa girare palla nei primi minuti, la Recanatese si affida alle ripartenze, su una di questa i leopardiani vanni vicinissimi al vantaggio: all’8’ Paudice parte palla al piede poi serve Senigagliesi solo in area di fronte a Cardelli, il sinistro svirgolato termina sul fondo. Tre minuti dopo sul calcio d’angolo dalla sinistra di Senigagliesi Siniega anticipa tutti di testa, la palla lambisce il palo e termina sul fondo. La Recanatese è pericolosa sulla corsia di sinistra, sul cross di Ferretti Paudice manca di un soffio l’impatto vincente con la sfera. Al primo vero affondo gli ospiti trovano la via della rete: Galligani crossa dalla destra per la testa di Bianchi solissimo davanti a Fallani, la girata non lascia scampo al portiere (1 a 0). La Recanatese non si disunisce e al 33’ si rende nuovamente pericolosa: azione Paudice, Sbaffo, Senigagliesi, il numero 11 dei leopardiani mira l’incrocio dei pali, il tiro deviato sfiora il pareggio. Prima del riposo il meritato pareggio dei giallorossi: Paudice supera Cardelli con un pallonetto ma colpisce la traversa, Sbaffo si avventa sulla palla e mette in rete anticipando Gorelli (1 a 1), nono gol in campionato per il Re Leone. Un destro debole di Gerardini chiude la prima frazione, blocca Fallani.

Marilungo-

Guido Marilungo in azione

Guadagni spinge sulla fascia destra in avvio di ripresa e in almeno tre circostanze manda in affanno la retroguardia dei toscani. Il San Donato Tavernelle, che nelle ultime tre trasferte ha ottenuto altrettante vittorie, si rende pericoloso con un diagonale del neo entrato Sepe, poi un colpo di testa di Siniega sul calcio d’angolo di Galligani sfiora il palo. Guadagni chiama alla respinta con i pugni Cardinali poi la stanchezza comincia a farsi sentire e le squadre si allungano. La Recanatese rischia grosso all’85’ quando Ubaldi partito in contropiede si presenta solo davanti a Fallani, il portiere salva il risultato con una parata magistrale. Anche i giallorossi hanno la palla buona per vincere la partita, ma il colpo di testa di Marilungo sul calcio d’angolo di Giampaolo viene respinto dal palo. In pieno recupero Marilungo deposita in rete un assist di Giampaolo, l’arbitro aveva fermato il gioco per un fallo su Cardelli.

La Recanatese resta fuori dalla zona playout ma perde l’occasione per guadagnare terreno dalle retrovie della classifica. Sabato prossimo trasferta a Sassari sul campo della Torres, poi il 31 gennaio il turno infrasettimanale al Tubaldi dove sarà di scena il Cesena.

Il tabellino:

RECANATESE (4-2-3-1): Fallani 7; Longobardi 6, Ferrante 6, Marafini 6, Ferretti 6; Alfieri 6 (24’ st Carpani ng), Morrone 6; Guadagni 6,5, Sbaffo 7, Senigagliesi 6 (15’ st Giampaolo 6); Paudice 6,5 (24’ st Marilungo ng). A disp.: Amadio, Quacquarelli, Yabre, Peretti. All.: Pagliari.

SAN DONATO TAVERNELLE (4-3-1-2): Cardelli 6; Siniega 6, Gorelli 6, Brenna 6, Enrico Rossi 5,5; Alessio Rossi 5,5 (17’ st Sepe), Bovolon 6, Gerardini 5,5 (17’ st Noccioli ng); Bianchi 6,5 (38’ st Borghi ng); Galligani 6 (38’ st Carcani ng), Marzierli 5,5 (27’ st Ubaldi ng). A disp.: Biagini, Campinotti, Montini, Contipelli, Gjana, Viviani. All.: Ghizzani.

TERNA ARBITRALE: Emanuele Ceriello di Chiari (assistenti Marchese di Napoli e Fedele di Lecce, quarto ufficiale Dini di Città di Castello).

RETI: 21’ p.t. Bianchi (SDT), 43’ p.t. Sbaffo (R).

NOTE: calci d’angolo 10 a 2 per la Recanatese. Ammoniti: Ferretti, Alessio Rossi, Sbaffo, Enrico Rossi. Recupero: pt. 1’, st. 4’.

La storia di “Re Leone” Sbaffo: l’oratorio, la Serie A e un “fuoco” giallorosso: «Mi emoziono quando scendo in campo»



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page
-

Vedi tutti gli eventi


Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X