Uno Sferisterio inclusivo,
progetto anti-barriere architettoniche
con ascensore, scivoli e 2 palchi chiusi

MACERATA - E' stato redatto dai Servizi tecnici del Comune per l'accesso ai finanziamenti del ministero della Cultura. Il costo delle opere è di 170mila euro
- caricamento letture

TheSmile_Sferisterio_FF-2-650x434

 

di Luca Patrassi

Sferisterio, eliminazione dei dislivelli esistenti all’ingresso del bookshop e del corridoio innocenziano, realizzazione di un ascensore/piattaforma elevatrice che comporterà l’abbattimento di alcuni manufatti e la chiusura di due palchi centrali. E’ quanto si legge nel progetto da 170mila euro allegato alla delibera di giunta comunale che approva la partecipazione all’avviso pubblico del ministero della Cultura per l’accesso ai finanziamenti del Pnrr finalizzato al superamento delle barriere culturali nei luoghi della cultura, dai teatro ai musei.

Il ministero dice che «gli interventi proposti dovranno essere altamente significativi, idonei a generare un tangibile miglioramento delle condizioni di accessibilità in rapporto all’obiettivo della fruizione ampliata».

Il Comune parla di «una proposta di intervento denominata “progetto bando pnrr barriere architettoniche – Sferisterio inclusivo”, redatta in collaborazione con il Servizio Welfare e Cultura dell’ente e nell’ambito della quale i Servizi Tecnici hanno sviluppato la parte relativa all’abbattimento delle barriere architettoniche che impediscono o rendono difficoltoso l’accesso ai percorsi di visita dello Sferisterio per le persone con ridotta capacità motoria e diversamente abili».

Restauro_PalazzoBuonaccorsi_FF-13-650x434

Tristano Luchetti

Il progetto è stato redatto dall’ingegnere Tristano Luchetti con la collaborazione dei geometri Emerson Breccia e Corinna Vico e prevede appunto l’eliminazione del dislivello presente sulla soglia d’ingresso della biglietteria/bookshop tramite la realizzazione di scivoli mobili, l’eliminazione del dislivello presente all’inizio del “Corridoio Innocenziano” con la realizzazione di uno scivolo permanente e l’installazione di una piattaforma elevatrice lungo il “Corridoio Innocenziano” che renderà accessibile il piano gradinata, il piano del primo ordine di palchi in cui si trova anche la sala Piero Cesanelli e il piano del secondo ordine di palchi senza infine arrivare alla balconata.

«Per rendere accessibili – scrivono i progettisti nella relazione tecnica – i percorsi di visita anche a persone con ridotta capacità motoria e diversamente abili, è indispensabile abbattere le barriere architettoniche presenti, studiando degli interventi mirati per i quali è stato coinvolto il servizio “Servizi tecnici” del comune di Macerata». Le opere previste sono: «Eliminazione del dislivello presente sulla soglia d’ingresso della biglietteria/bookshop tramite realizzazione di scivoli mobili; eliminazione del dislivello presente all’inizio del corridoio Innocenziano con la realizzazione di uno scivolo permanente: installazione di una piattaforma elevatrice lungo il corridoio Innocenziano che renderà accessibile il piano gradinata, il piano del primo ordine di palchi in cui si trova anche la Gran Sala “Piero Cesanelli” e il piano del secondo ordine di palchi. Per l’installazione della piattaforma le principali lavorazioni da eseguire sono le seguenti: demolizione della volta a crociera posta sul soffitto del piano platea, demolizione della volta a botte posta sul soffitto del piano gradinata, demolizione del solaio posto tra i due ordini di palchi, realizzazione di una fossa al piano platea in calcestruzzo armato, rimozione delle porte esistenti in corrispondenza degli sbarchi ai piani della cabina con allargamento e innalzamento dei vani di passaggio, installazione di telai in acciaio zincato fissati con barre alle murature portanti per il consolidamento strutturale delle porzioni interessate dalle demolizioni e per il fissaggio della struttura metallica autoportante della piattaforma elevatrice, chiusura del vano in cui scorre la piattaforma elevatrice nei tratti non protetti, in particolare al piano platea dove verrà installato anche l’armadio tecnico che sostituisce il locale ascensore e i due palchi interessati sul lato interno all’Arena verso il palcoscenico, rimodulazione della scala in muratura esistente in adiacenza alla nuova piattaforma con una nuova disposizione dei primi 5 scalini».



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page
-

Vedi tutti gli eventi


Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X