Occupano un appartamento: due arresti

CIVITANOVA - I carabinieri hanno ricevuto la telefonata del vicino che ha segnalato che qualcuno si era introdotto nella casa accanto. Sono due tunisini, clandestini, saranno espulsi
- caricamento letture

carabinieri-archivio-arkiv-cc-1-650x476

 

Occupano una casa in via IV Novembre, a Civitanova: arrestati due tunisini. I carabinieri della Compagnia di Civitanova (ad operare il Nucleo operativo e radiomobile) hanno svolto controlli in città che hanno portato agli arresti di due 22enni. Poco dopo mezzanotte una persona ha segnalato ai carabinieri il fatto che due giovani stranieri tentavano di entrare in un appartamento accanto al suo. I militari sono andati a controllare (in supporto anche una pattuglia della polizia). Quando sono arrivati hanno trovato segni di effrazione sulla porta finestra della casa. Militari e agenti sono entrati per fare un sopralluogo. In una camera da letto, chiusa a chiave, hanno trovato due tunisini, irregolari in Italia e senza documenti. I due sono stati accompagnati in caserma, perquisiti (avevano un arnese da scasso, un grammo circa di hashish e 570 euro, ritenuti provento di attività illecita). Sono stati poi fotosegnalati per poterli identificare e alla fine arrestati per violazione di domicilio. Su disposizione del procuratore facente funzione Claudio Rastrelli, sono stati trattenuti nelle camere di sicurezza dei carabinieri. Questa mattina al tribunale di Macerata si è svolta la convalida dell’arresto. Il pm ha chiesto la custodia cautelare in carcere. I difensori degli imputati, gli avvocati Sara Di Medio e Olindo Dionisi, hanno chiesto una misura non custodiale e un termine a difesa. Il giudice Andrea Belli, convalidati gli arresti, ha rinviato l’udienza a novembre e disposto il divieto di avvicinamento a Civitanova e l’immediata espulsione di entrambi i tunisini.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page
-





Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X