Chili di frutta nella spazzatura
davanti ad un supermarket,
cliente l’assaggia: «Ma è buona»

ANCONA - Cassette di pesche, angurie, meloni ammassati nei bidoni. In molti si sono avvicinati per capire perché fossero stati buttati e qualcuno, visto che non era andata a male, l'ha presa e portata a casa
- caricamento letture
4d97bb5c-c779-42c8-af22-95fc36460ea1-650x488

La frutta da buttare

Chili di frutta messi nei bidoni dell’immondizia. E’ quanto notato, ieri alle 18, da diversi clienti di un supermercato dell’Anconetano mentre uscivano dallo store per caricare in auto la spesa appena fatta. Meloni, angurie, uva, pesche ed altro che innegabilmente, per dove erano state lasciate, erano destinate a diventare rifiuti nel giro di poche ore e cioè col passaggio del primo camion per la raccolta dell’indifferenziata e dell’umido.

e1a13392-372f-4210-a344-ac58b23cc7a9-650x488

La frutta da buttare

Ovviamente, essendo i cassonetti alla mercé di tutti poiché posizionati nel parcheggio, c’è chi si è avvicinato soprattutto per tentare di capire il motivo di quello che, agli occhi della gente, appariva come un vero e proprio spreco alimentare. Mentre alcuni hanno iniziato a toccarla per rendersi conto se fosse realmente andata a male, un ‘coraggioso’ è partito a gamba tesa, addentandone una sul posto ed esclamando: «Ma sono buone». In pochi si sono fidati a prenderla ma in tanti si sono chiesti se, prima di buttarla, non la si poteva vendere a un prezzo scontato oppure donarla a qualche organizzazione caritatevole o associazione per gli animali.

468fed5c-f4ad-424f-8239-a6b85286ecc3-650x488

La frutta da buttare

163e4dd5-7177-4a65-acfc-2ba3eca60d8c-650x488

La frutta da buttare



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page
-





Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X