Mario Pinelli


«per meta l'impossibile, l'infinito per strada»

Utente dal
1/4/2020


Totale commenti
27

  • Morto l’avvocato Ubaldo Luchetti,
    tra i fondatori dello studio Ciaffi

    1 - Mag 8, 2021 - 19:57 Vai al commento »
    Il Foro di Macerata perde un grande professionista, noi avvocati un eccellente Collega. Mi unisco al dolore di Giacomo e dei suoi familiari
  • L’urlo della Lube al PalaPanini:
    vittoria in Gara 2 con Modena
    e pass per la semifinale playoff

    2 - Mar 18, 2021 - 1:36 Vai al commento »
    Grande Jiri! Vero fuoriclasse!
  • Pestaggio in corso Cavour,
    in manette i due aggressori (Video)

    3 - Mar 14, 2021 - 18:53 Vai al commento »
    Sarebbe interessante sapere se è stato identificato il soggetto che si alza, riprende la scena col cellulare, non interviene, e si allontana dal teatro dell'aggressione, al fine di verificare se ha avuto qualche ruolo nell'evento delittuoso. Se poi il medesimo non si fosse attivato nell'immediato al fine di soccorrere e/o di consegnare alle Autorità le immagini da egli realizzate, potrebbe verosimilmente ritenersi concretata l'omissione di soccorso, salvi altri reati.
  • Sanremo, Cinzia Pennesi sul caso Venezi:
    «Le direttrici d’orchestra sempre esistite
    Declinare al femminile è doveroso»

    4 - Mar 7, 2021 - 1:39 Vai al commento »
    Come al solito la libertà di pensiero ed il relativo rispetto vanno a farsi benedire non appena qualcuno 'osa' contraddire il pensiero attualmente dominante ...
  • Giancarlo Giulianelli positivo al Covid:
    «Ho iniziato la terapia a casa»

    5 - Mar 5, 2021 - 23:54 Vai al commento »
    Giancarlo, un grande in bocca al lupo.
  • Diritto all’aborto,
    invasione di striscioni
    E protesta sotto la Regione(Foto)

    6 - Feb 27, 2021 - 19:00 Vai al commento »
    Non c'è niente da fare: la sinistra erige la democrazia e la libertà sempre e soltanto a baluardo delle proprie opinioni, salvo dimenticare immancabilmente tali valori allorquando si tratta di rispettare i convincimenti non 'sintonici' con i propri desiderata ...
  • «La chiusura delle scuole certifica
    la completa debacle di Acquaroli»

    7 - Feb 26, 2021 - 19:35 Vai al commento »
    Ogni volta che Mangialardi si esprime (una per tutte: sull'Avv. Giulianelli) rinnova il sollievo già derivato alla nostra Regione dalla sua mancata vittoria elettorale ... E' proprio vero che "Un bel tacere mai scritto fu"
  • Sorpresa Lube, esonerato De Giorgi:
    «Rapporti difficili in campo
    Nuovo coach entro 24 ore»

    8 - Feb 25, 2021 - 16:08 Vai al commento »
    Riconoscenza e ponderazione non sono di casa alla Lube, lo si era già potuto constatare all'epoca del 'caso Kovar' ... errare humanum est, perseverare autem diabolicum
  • «Nuovo garante, Giulianelli improponibile»
    «Si abbia il decoro di anteporre
    la competenza alle logiche spartitorie»

    9 - Feb 16, 2021 - 11:11 Vai al commento »
    La gratuita offensività delle dichiarazioni di Mangialardi e Torbidoni - allorquando parlano di "alto profilo" il primo, di "unici candidati a poter vantare i titoli, gli studi e le competenze necessarie ... mani legate ..." la seconda, con ciò chiaramente lasciando intendere che Giancarlo Giulianelli - ottimo Collega, persona seria ed amico da sempre - non possederebbe tali requisiti (peraltro sarebbe interessante capire su quale cattedra entrambi i precitati ritengano di sedere, ossia quali competenze specifiche vantano, per potersi permettere tali giudizi ...) - costituisce la cartina al tornasole della loro 'cifra' politica. Oltre all'educazione, ai medesimi fa difetto anche la memoria, giacché non risulta che in occasione della nomina del Collega Nobili - che pure conosco e stimo personalmente - la maggioranza dell'epoca abbia fatto concreto esercizio della 'sensibilità' da loro auspicata.
  • «Carlo Ciccioli mi sparò alla gamba
    nella notte di Natale del ’74
    Girava armato ed era un provocatore»

    10 - Gen 31, 2021 - 15:22 Vai al commento »
    La vicenda di Sergio D'Elia (realmente accaduta in Italia e non agli antipodi o nel mondo della fantasia) avrebbe dovuto dissuadere chiunque, in primis il sig. Tomassoni, dall'introdurre certe considerazioni, tanto più a distanza di quasi mezzo secolo. Osservo inoltre una marcata faziosità - oltre che un evidente mancanza di rispetto per le istituzioni - in frasi tipo "riesce a farsi imputare ... è riuscito a farsi amnistiare" come se l'azione penale (il cui esercizio compete alla Procura della Repubblica) e l'amnistia (che viene disposta con Legge dello Stato) potessero essere dipese dal Dott. Ciccioli ... Resta dunque sempre valido l'insegnamento di Lucio Anneo Seneca; “La cosa più grande è sapere quando parlare e quando stare zitti”
  • Mutuo su attività inagibile
    «La banca ha riconosciuto l’errore
    ma solo con l’intervento di Legnini»

    11 - Dic 11, 2020 - 9:40 Vai al commento »
    Nel presupposto che la notizia corrisponda a verità e che anche la relativa fonte sia stata adeguatamente vagliata, completezza di informazione avrebbe suggerito, per non dire imposto, l'indicazione nominativa anche dell'istituto di credito coinvolto.
  • Morto l’avvocato Marco Cingolani,
    era ricoverato a Villa dei Pini

    12 - Nov 26, 2020 - 17:20 Vai al commento »
    Sono addolorato e vicino ai suoi familiari ... un amico e collega sin dagli inizi della professione, una persona buona ed onesta ... davvero una grave perdita per tutti, non solo per chi ha avuto il privilegio di conoscerlo, stimarlo e volergli bene.
  • Covid center, una strategia sbagliata:
    lo conferma anche la seconda ondata

    13 - Nov 21, 2020 - 19:39 Vai al commento »
    Fermo ovviamente restando che la mancata realizzazione dei 105 posti aggiuntivi di T.I. previsti dal Decreto Rilancio costituisce l'ennesima disdicevole performance della precedente Giunta Regionale, a monte resta la ben più grave indifferenza mostrata da tutti i governi regionali che si sono succeduti a far data dal 2007 nei confronti delle chiare indicazioni contenute nel Piano Pandemico Regionale, a mente del quale il tetto dei 300 posti letto di T.I. avrebbe dovuto costituire il plafond minimo per il territorio marchigiano da almeno un decennio. In disparte le considerazioni che ognuno è autonomamente in grado di fare relativamente alle 'qualità' dei politici responsabili di tale inammissibile inerzia, continuo a ritenere ineludibile l'intervento della Procura della Repubblica a fronte delle fattispecie di reato ad essa correlate.
  • Raccolta firme delle mamme:
    «Ridateci gli ambulatori
    per fare i vaccini»

    14 - Ott 11, 2020 - 19:14 Vai al commento »
    Ennesima dimostrazione della scellerata gestione della sanità regionale e recanatese.
  • Mascherina nera al seggio,
    non fanno votare avvocatessa:
    «Costretta a cambiarla»

    15 - Set 22, 2020 - 10:35 Vai al commento »
    Se la circolare esiste, allora occorrerebbe vagliarne l'esatto contenuto e l'eventuale illegittimità. Se invece non esiste, la Collega ha subito, quantomeno, violenza privata (art. 610 c.p.) salvo ulteriori e diversi reati connessi alla qualità di pubblico ufficiale rivestita dal presidente del seggio ove sono avvenuti i fatti. In ogni caso i reati sopra indicati sono procedibili d'ufficio, quindi l'Ufficio Elettorale presso la Corte di Appello - cui la vicenda dovrebbe essere stata segnalata dagli Uffici sovraordinati agli Uffici di sezione e che, in ogni caso, ne ha potuto apprendere dalla stampa - dovrebbe procedere di conseguenza.
  • In pensione il capitano Losito:
    «Una delle persone più stimate
    tra le forze dell’ordine»

    16 - Set 6, 2020 - 0:34 Vai al commento »
    Sono persone come il Capitano Losito che fanno onore all'Arma e costituiscono fulgido esempio per i giovani che si avviano alla carriera.
  • «Meno medici, niente primari
    e nessun macchinario nuovo:
    così si fa morire un ospedale»

    17 - Set 4, 2020 - 16:37 Vai al commento »
    Le direttrici su cui si è mossa la sanità regionale da almeno un ventennio sono prova conclamata della totale inadeguatezza dei vertici, tanto politici quanto amministrativi, sublimatasi in concomitanza con la pandemia. E' risultato evidente ad ognuno, salvo a chi incredibilmente continua ad avere i paraocchi, quanto scellerate siano state le scelte di falcidiare i posti letto, di non seguire le indicazioni del piano pandemico regionale e, soprattutto, di sopprimere quelle realtà nosocomiali (tra le tante cito, per esperienza personale, quella di Recanati) le quali consentivano una gestione capillare delle problematiche sanitarie in fase preliminare (dirottando sulle strutture principali, in primis Torrette, solo i casi effettivamente meritevoli di terapie ed interventi specialistici ed evitando in tal modo quell'ingolfamento dei Pronto Soccorso che ora, invece, costituisce una abominevole costante) quando non rappresentavano addirittura vere e proprie eccellenze (ad esempio, e sempre citando Recanati, l'Ostetricia-Ginecologia). Il tutto in un contesto territoriale che, anche sotto il profilo geo-morfologico, non consente in alcun caso quella speditezza dei trasporti e degli interventi che le linee guida di molte gravi patologie invece impongono (si pensi, emblematicamente, al trattamento degli ictus). In un simile scenario il lamento della Dott.ssa Tamagnini risulta sicuramente condivisibile oltre che un appropriato monito nei confronti dei cittadini prossimamente chiamati alle urne. A beneficio del sig. Tranzocchi: se non fossero ancora trascorsi 10 anni dalla sconsiderata condotta omissiva del 'sanitario' addetto al P.S. sarebbe ancora possibile intentare azione risarcitoria nei confronti della struttura la quale, in caso di soccombenza, eserciterebbe azione di rivalsa sul ridetto dipendente (che, in tal caso, pagherebbe personalmente il fio della propria trascuratezza sia patrimonialmente che in termini di progressione di carriera).
  • Investita da un’auto,
    77enne trasportata a Torrette

    18 - Lug 21, 2020 - 0:28 Vai al commento »
    Una decina di anni fa, a seguito di un altro grave sinistro accaduto nello stesso tratto di strada del quale mi ero occupato professionalmente, colsi l’occasione per chiedere al perito nominato dalla Procura (un ingegnere assai competente nel campo delle opere viarie) se all’intersezione tra la via Brodolini e le vie dei Politi ed Anselmini fosse stato possibile (sotto il profilo dimensionale e normativo) realizzare una rotatoria, strumento che avrebbe certamente consentito sia di contenere la velocità – altrimenti sempre ed irresponsabilmente elevata – tenuta dai veicoli percorrenti la Via Brodolini in entrambi i sensi di marcia, sia di ridurre assai i rischi comunque derivanti dalla circolazione, pedonale e veicolare, in tale quadrivio. La risposta dell’ingegnere fu pienamente positiva, tanto dal punto di vista prettamente tecnico quanto in relazione alla opportunità di una simile regimentazione del traffico. Sulla base di tale qualificato riscontro mi premurai di interloquire tempestivamente con l’Ufficio Tecnico comunale ma la proposta non venne presa in alcuna considerazione, e lo stesso atteggiamento di totale indifferenza venne tenuto dallo stesso Ufficio – cui rivolsi analogo stimolo – dopo l’avvicendamento nei vertici conseguente al nuovo assetto politico di maggioranza. La trascuratezza da parte dell’Amministrazione è stata quindi tanto ‘bipartisan’ quanto ingiustificabile: continuo infatti a ritenere che la realizzazione di una rotatoria costituirebbe un tangibile ed efficace presidio di sicurezza nell’ambito di un quartiere così tanto popolato (anche per effetto di un importante e frequentatissimo plesso scolastico) e che tale opera presenterebbe costi sicuramente accettabili soprattutto a fronte dei benefici che ne deriverebbero per la cittadinanza. Le rotatorie di via Gherarduccci e di via Cupa Madonna di Varano dimostrano, poi, che qualsiasi difficoltà ‘tecnica’ o ‘normativa’ a Recanati è agevolmente e disinvoltamente superabile.
  • Cantiere infinito verso il mare
    Superstrada chiusa fino a Muccia: «Infiltrazioni su ponti e gallerie»

    19 - Lug 19, 2020 - 12:20 Vai al commento »
    Una notizia come questa suscita più di un interrogativo. Anzitutto sarebbe interessante capire la ragione per cui i lavori in questione - che verosimilmente sono frutto di programmazione - non sono stati disposti e realizzati durante il periodo emergenziale, bensì rinviati all'estate allorquando il traffico, anche vacanziero, è ben più intenso del solito. In secondo luogo dalle parole del segretario sindacale pare emergere un diretto nesso di causa tra irregolarità realizzative (ergo violazione dei relativi appalti), difetti e conseguenti necessità di ripristino, situazione che andrebbe doverosamente affrontata non solo dalle competenti Procure della Repubblica (pare che all'esito delle indagini di quella spoletina, iniziate nel 2015 a seguito del servizio su Report, sia stato disposto il rinvio a giudizio di una decina di persone) ma anche dalla Corte dei Conti. In terzo luogo, reputo estremamente squalificante (a tacer d'altro) che l'Anas si trinceri dietro espressioni talmente vaghe da giustificare pienamente il sospetto che le stesse celino una realtà preoccupante per non dire allarmante ... Ritengo che sia evidente ai più come questo habitus comportamentale, tipico delle elefantiache strutture burocratiche statali, abbia contraddistinto il percorso che ha portato alla catastrofe del ponte Morandi: vogliamo fare il bis?
  • Addio a don Paolo Picchio,
    il prete dei giovani

    20 - Lug 13, 2020 - 17:10 Vai al commento »
    Mi unisco ai familiari di Don Paolo in questo momento di profondo - ed in questi giorni da me personalmente provato - dolore terreno nella consapevolezza che il Signore lo ha già accolto con Sé. Ho avuto la fortuna di averlo come parroco per anni ed il privilegio di apprezzarne le doti di grande umanità, semplicità e disponibilità, tutte declinate sulla base della sua sensibilità personale e della approfondita cultura teologica. Mancherà sicuramente tanto a tutti quelli che lo hanno conosciuto
  • Tragedia nella notte a Civitanova,
    muore stroncata da un male a 32 anni

    21 - Lug 13, 2020 - 17:25 Vai al commento »
    Serena era veramente una ragazza deliziosa, gentile, delicata, riservata. Ho avuto la fortuna di conoscerla e di apprezzarne le doti, umane e professionali, presso un noto ristorante di Portorecanati dove in poco tempo si era fatta valere e benvolere da tutti, tanto dalla Proprietà quanto dalla clientela. Un fiore purtroppo reciso troppo presto ma sono certo che il suo ricordo rimarrà impresso nelle persone che le hanno voluto bene. Sono vicino ai suoi genitori in questo tristissimo momento, nella cristiana certezza che si tratta solo di un 'arrivederci'.
  • Primo weekend post lockdown:
    «Se non c’è rispetto delle regole
    dovremo chiudere i locali»

    22 - Mag 23, 2020 - 15:46 Vai al commento »
    Negli anni '70 l'amministrazione comunale di Bologna installò sulla sommità della Torre degli Asinelli alte reti antiscavalcamento: non tanto per dissuadere gli aspiranti suicidi (era già abbastanza elevato il parapetto in mattoni e, comunque, avrebbero potuto scegliere altri metodi autosoppressivi) ma per evitare che costoro piombassero su incolpevoli passanti e li uccidessero. In altre parole, se chi viola le sacrosante regole di precauzione (igiene, dpi e distanziamento) subisse solo personalmente - ossia senza contagiare terzi estranei - le conseguenze della propria scelleratezza, allora gli inviti alla 'libertà' potrebbero anche essere condivisibili, ovviamente a patto che i cultori della movida e degli apecena incondizionati sopportassero, solo loro ed in prima persona, anche i costi sociali derivanti dalle cure di cui dovessero beneficiare in caso di contagio.
  • Covid Center, cerimonia di consegna
    Bertolaso e Ceriscioli: «Avanti tutta»
    Ma il Governo non sale sull’astronave

    23 - Mag 17, 2020 - 1:44 Vai al commento »
    "... ho altazo il telefono, mi sono detto, ci provo, chiamo Bertolaso. ... nel piano del 2007 per le pandemie per le Marche si prevedevano 300 posti di terapia intensiva, ora con questi 80 posti arriviamo a quei famosi 300 posti". Se il virgolettato costituisce veridica trasposizione di quanto dichiarato dal Governatore Ceriscioli abbiamo la esplicita confessione della colpevole inerzia del governo regionale da almeno tredici anni e dello stesso Governatore a far data dall'inizio del proprio mandato, dato che in tutto questo notevole lasso di tempo ognuno dei tanti ha evidentemente ritenuto che il Piano Pandemico fosse un futile esercizio di fantasia da parte di chi lo aveva redatto, tanto più che - sempre per testuale ammissione dell'attuale Governatore - non occorrevano soverchi sforzi per attuarlo: bastava alzare la cornetta e chiamare Bertolaso ... Mala tempora currunt sed peiora parantur (se si continua con questa 'solerzia' organizzativa e gestionale), quindi l'aiuto della Virgo Lauretana sarà davvero indispensabile ...
  • Pasti gratuiti per i bisognosi:
    due ristoratori ci mettono il cuore

    24 - Mag 14, 2020 - 23:12 Vai al commento »
    Iniziativa davvero meritoria, complimenti vivissimi ai promotori. L'augurio è che il buon esempio trovi numerosi epigoni a vantaggio dei più deboli e bisognosi. Bravi!
  • Rimpatriata degli Invincibili,
    neanche una citazione per la Tardella:
    «Io so quanto ho fatto per la Maceratese»

    25 - Mag 12, 2020 - 2:02 Vai al commento »
    Sarà interessante vedere tra quanto tempo, ammesso e non concesso che ci riesca, la Maceratese riuscirà a ritornare ai livelli cui Mariella Tardella l'aveva portata. Nel frattempo mi permetto di ritenere che ai suoi immemori detrattori si attaglino alla perfezione le parole dell'acuto storico Charles Pinot Duclos: "L’ingratitudine domanda senza pensare, riceve senza pudore e dimentica senza rimorsi".
  • Il Piano pandemico del 2007
    aveva già previsto tutto
    «Forse se lo sono dimenticato?»

    26 - Mag 9, 2020 - 11:45 Vai al commento »
    "Lì si ragionava in termini di proiezioni, ma nel 2007 non era neanche minimamente pensabile quello che poi è effettivamente avvenuto oggi" ... tale affermazione, nel risultare emblematica del grado di preparazione di chi l'ha formulata (difatti, non volendo pensare che la redazione del Piano sia servita solo per elargire impunemente denaro, appare chiaro che chi si è espresso nei suddetti termini neppure ha compreso l'effettivo scopo di tale strumento previsionale), conferma quanto ho già espresso in altro commento a proposito della nuova struttura anti-Covid di Civitanova: la sussistenza di elemento soggettivo idoneo a configurare ipotesi delittuose a titolo di dolo in campo penale e comunque di colpa grave (con le conseguenti responsabilità) in ambito civile. Senza addentrarsi in un'analisi dettagliata del Piano Pandemico, è sufficiente porre in relazione la sua intestazione - che testualmente recita 'Linee guida' - con quanto contenuto a pag. 11 per comprendere il grado di scelleratezza (a tacer d'altro) che ha contraddistinto la gestione della sanità regionale quantomeno negli ultimi tredici anni.
  • Il documento dei vertici Asur
    che scorda il Covid center
    E lo scontro nel Pd in ottica Regionali

    27 - Mag 2, 2020 - 15:46 Vai al commento »
    Caro Giuseppe, la realizzazione della struttura è, di fatto, ormai ineluttabile. Ritengo nondimeno che la miriade di riscontri oggettivi che militavano, come tuttora militerebbero, quantomeno per una ampia revisione del progetto se non anche per il suo abbandono, potrà in futuro costituire solida base argomentativa, in campo penalistico, per la migliore qualificazione - mediante proficuo ricorso alla figura del dolo eventuale - dei reati che potranno essere contestati ai protagonisti di questa, ennesima, italica vicenda, nonché, in campo civilistico, per comprovare sussistenza e causa del deficit organizzativo che dovesse essere eccepito in sede di future controversie sanitarie. Il tutto, beninteso, nel presupposto che chi di dovere agisca in modo integerrimo e con la necessaria imparzialità.
Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy