Ultimo saluto al maresciallo,
Matelica piange Giulio Iale

LUTTO - Si è spento ieri mattina dopo un malore l'ex comandante della stazione dei carabinieri. Aveva 77 anni, il cordoglio dell'amministrazione comunale ai familiari
- caricamento letture
1660050255154-320x400

Giulio Iale

di Monia Orazi

Matelica è in lutto, è morto lo storico ex comandante della stazione dei carabinieri di Matelica il maresciallo Giulio Iale, aveva 77 anni e si è spento ieri mattina dopo un malore. Per tanti anni con la sua bonaria ironia, il carattere gioviale e la presenza continua e discreta, è stato un punto di riferimento per tutta la cittadinanza.

Ha sempre svolto il suo lavoro di carabiniere con estrema dedizione e competenza, benvoluto e stimato da tutti, con gli anni era diventato prima di tutto un amico per tanti cittadini, intendeva il ruolo di maresciallo come un presidio sociale, mettendo davanti a tutto la sua generosità ed umanità. Lascia i figli Giorgio ed Alessandra, il genero e la nuora, gli amati nipotini, i fratelli Pierino e Maria Teresa. La camera ardente è stata allestita nella sala del commiato in viale Martiri della Libertà, oggi pomeriggio alle 16.30 l’ultimo saluto nella chiesa di Regina Pacis.

Tanti i ricordi che in queste ore rimbalzano sui social, con il cordoglio per i figli ed i familiari del maresciallo. Così lo saluta il matelicese Emanuele Fuffa: «Un caro ricordo al maresciallo Giulio Iale, è stato a lungo il comandante della nostra stazione dei carabinieri. Ai tempi in cui, passando in piazza, il suo saluto accompagnato da uno scambio di battute o di commenti sui nuovi accadimenti locali, ti dava il senso della comunità. Un abbraccio alla sua famiglia, ad Alessandra e Giorgio».

Anche il giornalista Pietro De Leo, vicino di casa della famiglia Iale, ha avuto parole di omaggio per il maresciallo: «Cominci a riflettere sul tempo che passa quando perdi i punti di riferimento di una vita, le figure che vogliono dire tutto ciò in cui sei nato e cresciuto. Mi volevi sinceramente bene e ti volevo sinceramente bene. Nessun addio, ma un saluto come tante volte sulla porta di casa in questi 38 anni, per me da sempre. “Buonasera Marescia’!” Un abbraccio a Alessandra e Giorgio».

Anche il sindaco Massimo Baldini, a nome di tutta l’amministrazione comunale ha espresso il cordoglio per la morte di Iale ai suoi familiari: «L’amministrazione comunale di Matelica si stringe intorno alla famiglia di Giulio Iale, venuto a mancare improvvisamente all’affetto dei suoi cari. Iale ha servito per tanti anni la sua comunità come comandante della stazione dei Carabinieri di Matelica. Con professionalità e altruismo si è messo a disposizione della città dimostrando grande senso del dovere e ricevendo tante gratificazioni dalla popolazione per il suo lavoro. L’amministrazione lo ricorda con affetto e porge le sue più sentite condoglianze ai familiari del maresciallo».



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page
-





Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X