La storia di Musa Darboe
al parco Rodari di Pieve Torina

"LA PRIMA GOCCIA" è il titolo del libro "in scena" nella serata di giovedì. Francesco Moglianesi, insieme al protagonista in collegamento da Stoccolma, dialogherà con l’editore Carlo Pagliacci per presentare al pubblico il volume
- caricamento letture

 

Musa-Darboe-e1659454376114-325x197

Musa Darboe

Giovedì alle 21,15 al parco Rodari torna l’appuntamento con i libri a Pieve Torina. Stavolta sarà Francesco Moglianesi, insieme a Musa Darboe in collegamento da Stoccolma, che dialogherà con l’editore Carlo Pagliacci per presentare al pubblico “La prima goccia”. È la storia di un ragazzo, Musa, che decide di fuggire dal suo paese d’origine, il Gambia, per cercare un futuro migliore. «Una storia d’immigrazione, tremendamente attuale, ma per fortuna con lieto fine – sottolinea il sindaco, Alessandro Gentilucci – .

Francesco-Moglianesi

Francesco Moglianesi

Il romanzo affronta il tema del viaggio e del pericolo corso dal protagonista durante l’attraversata del deserto fino in Libia e il passaggio del Mediterraneo. Ma è anche una testimonianza dell’accoglienza che il nostro Paese ha saputo riservare a questo ragazzo che, oggi, vive a Stoccolma, studia e sogna di diventare avvocato per tutelare i diritti dei più deboli. La gratitudine è ciò che vorremmo sperimentare tutti noi che viviamo in queste terre martoriate – prosegue il sindaco – e leggere queste pagine che parlano di solidarietà e accoglienza fa bene al cuore ma ci spinge ancor più ad essere esigenti nei confronti delle istituzioni centrali perché non dimentichino la condizione che, purtroppo, a causa del sisma, molti di noi ancora vivono».



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page
-





Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X
		Tolentino = 
Civitanova = 
Elezioni =