Il sindaco bacchetta la minoranza:
«Rallentate i lavori»
La risposta: «Non sei un podestà»

SAN SEVERINO - Si alzano i toni in Consiglio, Rosa Piermattei ai gruppi d'opposizione: «Non fate altro che provocare e mistificare la realtà». I consiglieri abbandonano l'aula. Risposta all'interrogazione sul concerto di Mahmood, costato 25mila euro: «Ci attendevamo una risposta più importante, ma l'evento è stato strumentalizzato»
- caricamento letture
Consiglio-comunale-san-severino-piermattei

Il sindaco Rosa Piermattei in Consiglio comunale

 

di Monia Orazi

Botta e risposta tra il sindaco Rosa Piermattei e l’opposizione durante l’ultimo consiglio comunale: il sindaco accusa i consiglieri di fare ostruzionismo e attacchi personali a lei, loro la definiscono un “podestà” allergica a dare risposte a legittime richieste delle minoranze. I consiglieri di opposizione hanno anche abbandonato l’aula in segno di protesta, per non aver ricevuto i documenti sull’Assem, durante la discussione dei due punti all’ordine del giorno, per esaminare lo stato della municipalizzata settempedana. Il consiglio è iniziato con le consuete comunicazioni del sindaco che ha parlato dei numeri del sisma, della riuscita di tanti eventi, che hanno registrato il sold out, sottolineando come il concerto di Mahmood, al di là dei numeri abbia girato su tanti siti, grazie alla risposta data dal cantante al rapper Rhove, che aveva lamentato la freddezza del pubblico abbandonando il palco dove si esibiva. Ha detto Rosa Piermattei rivolgendosi alle due minoranze consiliari: «Vorrei fare delle osservazioni sugli atteggiamenti strumentali che i gruppi consiliari di minoranza stanno adottando anche per bloccare e rallentare i lavori di questa assemblea con la scusa che i cittadini non sono informati su quello che sta portando avanti questa amministrazione comunale. Niente di più falso. Ricevo personalmente decine di concittadini tutte le settimane e regolarmente l’ufficio stampa comunale pubblica decine di comunicati. Mi chiedo, quando i consiglieri di minoranza riusciranno a metabolizzare i risultati delle scorse elezioni amministrative? Prima o poi dovranno prenderne cognizione, e scusate se ve lo dico, ma non è questa la strada per pretendere da questa amministrazione la collaborazione».

tarcisio-antognozzi

Tarcisio Antognozzi

Ha aggiunto Piermattei: «Avete sostenuto che durante le risposte alle interrogazioni, faccio dei comizi elettorali, ma vi rendete conto che non fate altro che provocare e mistificare la realtà? Vogliamo instaurare dei tavoli di confronto su argomenti seri? Bene, sono disposta al confronto, ma da parte vostra è ora di farla finita con questa politica di bassa lega, con attacchi continui, anche personali, con le vostre pubblicazioni. Partiamo da un concetto essenziale: noi abbiamo vinto le elezioni, voi le avete perse. Da questo presupposto e nel rispetto dei reciproci ruoli, confrontiamoci». Non si è fatta attendere la risposta dei consiglieri Tarcisio Antognozzi e Francesco Borioni, capigruppo consiliari. Ha detto Antognozzi: «Ci dispiace disturbare il podestà, le interrogazioni in democrazia si presentano. Aver perso le elezioni, non significa aver perso la dignità di persone e consiglieri. Il sindaco deve accettare il dibattito ed il confronto tra chi ha vinto e chi ha perso, chi ha vinto resta sindaco e non diventa un podestà». Ha rimarcato Borioni: «Il sindaco deve farsi una ragione delle interrogazioni dell’opposizione, che ha solo questi strumenti per sindacare l’operato della maggioranza. Non abbiamo mai fatto attacchi personali, sembra che voi siete in campagna elettorale. Chiedo lo sbobinamento di quanto detto e lo mandiamo al prefetto».

Sono state discusse otto interrogazioni presentate dai consiglieri di minoranza Tarcisio Antognozzi, Francesco Borioni, Tiziana Gazzellini, Alessandra Aronne, Alberto Pilato. Riguardo alla conclusione dei lavori per la ricostruzione dell’Itis Divini, che avrebbe dovuto essere terminato nel giugno di quest’anno il sindaco Piermattei non ha dato tempistiche precise, ha parlato di modifiche al progetto richieste dal dirigente scolastico che hanno comportato modifiche al progetto degli impianti. Ha detto che le due ditte aggiudicatarie dei lavori, hanno avuto una diatriba con la struttura commissariale riguardo ai prezzi, minacciando la risoluzione del contratto. Secondo Piermattei i lavori sono ripresi da alcuni mesi, la zona della palestra è quasi completata, si stanno facendo impianti e tramezzi, mentre per le aule sono state fatte le opere di fondazione, si stanno installando i pilastri per i lavori di elevazione su tre livelli. Fermi i lavori del nuovo chiosco dei giardini progettato dall’architetto Lorena Loccioni, la ditta dovrebbe riprendere dopo le ferie e tutto, imprevisti permettendo, sarà terminato entro metà ottobre, stando a quanto detto dall’assessore Sara Clorinda Bianchi.

Borioni-Francesco-e1552731158822-325x302

Francesco Borioni

A settembre dovrebbe invece essere indetta la gara di appalto per la rigenerazione di tutti i giardini Coletti, per cui sono a disposizione un miliardo di euro di fondi del Pnrr. Sarà effettuata un’indagine sulla stabilità degli alberi. Riguardo all’intervalliva Tolentino-San Severino sono ancora in corso indagini ambientali e geologiche, rallentate dal fatto che tre proprietari dei terreni interessati dal passaggio della futura strada, non hanno dato il loro consenso all’Anas, per entrare nei fondi di loro proprietà. Rosa Piermattei ha ricordato che il progetto esecutivo dovrebbe essere pronto entro il 2024, i lavori conclusi entro il 2028, lei ha chiesto un incontro con tutti i soggetti interessati, per fare il punto della situazione. Non sono invece ancora stati affidati i lavori di progettazione per la costruzione della futura casa di riposo, l’amministrazione farà un tavolo tecnico coinvolgendo i vertici della casa di riposo, i capogruppo di opposizione, i tecnici comunali. E’ stata l’assessore Vanna Bianconi a rispondere all’interrogazione sul restauro della pinacoteca civica di via Salimbeni, ospitata da palazzo Manozzini. Il palazzo ha una parte di proprietà privata, è stato costituito un consorzio, tra i progettisti una serie di ingegneri e l’architetto Lorena Loccioni. A settembre una ditta specializzata porterà via tutti i quadri, saranno collocati a palazzo Servanzi Confidati, dove al momento è sospesa per le difficoltà causate dalla pandemia l’attività della scuola di italiano per stranieri Edulingua. Saranno tolte anche la mostra sulla guerra, per cui sarà trovata una nuova sede e l’esposizione del museo del territorio, che tornerà nella sua vecchia sede. In pinacoteca saranno effettuati anche lavori per migliorare la fruibilità dell’esposizione. I lavori dureranno circa due anni.

Settima interrogazione sul concerto di Mahmood. L’assessore Jacopo Orlandani ha svelato che il concerto è costato 25mila euro più Iva, «la giunta per l’evento centrale estivo ha puntato tutto sul vincitore di Sanremo scusate se è poco, la vostra è una strumentalizzazione politica che porta a sminuire la nostra città, basta leggere i titoli dei giornali nazionali e online. Ci attendevamo una risposta di pubblico più importante, da parte di Eclissi eventi è stata fatta una pubblicità intensa, l’ufficio stampa con la consueta professionalità ha diffuso la notizia del concerto. Vogliamo valorizzare la piazza con artisti di elevato livello culturale, ci sono stati Roberto Vecchioni, Irama, Giorgio Panariello, con buona pace di chi ha evidenziato una risposta non ottimale di pubblico definendolo un fallimento». Altre interrogazioni hanno riguardato l’errore in una delibera riguardante un contributo dato dal Comune alla Protezione civile e il posizionamento di alcuni raccoglitori per la differenziata, in piazza del Mercato, via E.Rosa e viale Bigioli.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page
-





Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X
		Tolentino = 
Civitanova = 
Elezioni =