Undici bandi per 300 milioni
«Così possiamo ricostruire
l’economia nelle aree del sisma»

MACERATA - Secondo incontro regionale con Camera di commercio, Regione, Confindustria, Confartigianato e Cna sulle risorse complementari del Pnrr. Sabatini: «I bandi usciranno a fine mese ma noi abbiamo voluto anticipare i tempi, che sono strettissimi, proprio per consentire a pmi, professionisti e associazioni di prepararsi adeguatamente ed essere pronte a sfruttare questa enorme opportunità». Un ufficio della Svem di supporto a Piediripa, con la polizia provinciale che sarà trasferita in centro
- caricamento letture
CameraCommercio_FF-11-650x434

L’incontro alla Camera di Commercio

di Mauro Giustozzi (foto Fabio Falcioni)

Undici bandi, 300 milioni disponibili nelle Marche per ricostruire l’economia nei territori colpiti dal sisma 2016, l’apertura di uno sportello Svem a Macerata da settembre, la necessità di presentare da parte di imprese e professionisti progetti rapidamente visto che l’approvazione e il finanziamento dovrà avvenire entro fine anno. Una sala Guizzardi colma di imprenditori, dei rappresentanti delle associazioni di categoria Confindustria, Confartigianato, Cna tra gli altri, il presidente del Confidi Macerata Gianluca Pesarini, esponenti della locale Camera di commercio con la consigliera maceratese Francesca Orlandi hanno partecipato al secondo incontro regionale (il primo si era tenuto ad Ascoli) sui bandi per 300 milioni di euro per finanziarie il rilancio economico e sociale e il sistema delle imprese nelle aree devastate dal terremoto nelle Marche grazie alla macromisura B del Fondo Sismi 2009-2016 complementare al Pnnr.

Sabatini_CameraCommercio_FF-1-325x217

Gino Sabatini

Ad illustrare l’importanza ed i passaggi di questi bandi che sono essenziali per invertire il trend dello spopolamento delle aree interne rilanciandole con una nuova economia digitale che consenta di offrire lavoro ai giovani che vogliono restare in queste aree o trasferirvisi sono stati l’assessore alla Ricostruzione Guido Castelli, Monica Mancini Cilla vice presidente Svem, Chiara Ercoli project manager Svem, il presidente della Camera di Commercio delle Marche Gino Sabatini e il presidente della Provincia di Macerata, Sandro Parcaroli. In totale il Fondo Complementare Sismi 2009-2016 macro Misura B ammonta a 700 milioni di euro: il 67% è dedicato al sisma 2016. Di queste risorse circa il 62%, pari appunto a 300 milioni sono per le Marche. «Abbiamo l’opportunità di avere questi fondi per rilanciare l’economia delle aree interne ed è decisivo far sì che di non far tornare indietro queste risorse ma di spenderle tutte e bene il che significherebbe rivitalizzare i paesi del cratere sismico che devono godere sia della ricostruzione della abitazioni ma anche di una ricostruzione dell’economia indispensabile per avere un futuro –ha sottolineato il presidente della Cciaa Marche, Gino Sabatini –  Gli 11 bandi usciranno a fine mese ma noi abbiamo voluto anticipare i tempi, che sono strettissimi, proprio per consentire a pmi, professionisti e associazioni di prepararsi adeguatamente ed essere pronte a sfruttare questa enorme opportunità. Un ringraziamento va fatto al commissario Giovanni Legnini che ha utilizzato Unioncamere come attore principale per lo sviluppo di questi fondi. Insieme alla Regione stiamo facendo il massimo per informare di questa grande opportunità che abbiamo e che non possiamo sprecare se vogliamo rivitalizzare le aree colpite dal sisma. Sono fondi che vengono indirizzati su turismo, cultura, imprenditoria per dare una nuova linfa a questi territori. Il futuro di queste aree passa anche attraverso la presenza di tante imprese che potranno insediarsi lì beneficiando di queste ingenti risorse. In questo modo si combatte anche lo spopolamento di questi territori coi giovani che se ne vanno e la popolazione che invecchia. Sfruttando questi bandi si inverte il trend».

Castelli_CameraCommercio_FF-2-325x217

Guido Castelli

Nello specifico le sub-misure sono così suddivise:  B1 Sostegno agli investimenti dispone di 378 milioni di euro. B2 Turismo, Cultura, Sport e Inclusione disponibili 180 milioni di euro. B3 Valorizzazione ambientale, economia circolare e ciclo delle macerie per 60 milioni di euro. B4. Centri di ricerca per l’innovazione avrà 82 milioni di euro (senza bando verranno distribuiti tra i centri presenti sul territorio di riferimento). A queste misure si aggiunge -A2.3-A2.4 Energia da fonti rinnovabili e comunità energetiche che vale 66 milioni di euro. «E’ venuto il momento di mettere a terra queste risorse -ha sottolineato l’assessore alla Ricostruzione Guido Castelli- che devono essere colte per il rilancio economico dei paesi colpiti dal sisma. Sono risorse per imprese che hanno sede nel cratere sismico che dovranno essere anche molto tempestive nello sfruttarle in quanto le regole che disciplinano questi fondi impongono che vanno spesi entro il 31 dicembre 2022. Questo per godere dei regimi specialissimi che derivano dalle condizioni legate a covid e guerra russo-ucraina. L’intesa con la Cciia, la Svem attraverso le associazioni di categoria ci consente di avvisare tutte le pmi ed i professionisti di preparare progetti che potranno essere finanziati nei termini previsti dai bandi. Il rischio è quello di non utilizzare fino in fondo questi fondi e questo non ce lo possiamo assolutamente permettere. Si chiede alle imprese di mettere anche del loro in queste iniziative, visto che in alcuni casi si arriva sino all’80% di fondo perduto: la Regione Marche ha voluto che queste risorse fossero calate nel cratere sismico per dare alla ricostruzione delle abitazioni un’altra sponda, quella della rigenerazione economica di quei territori».

Castelli_Parcaroli_CameraCommercio_FF-5-325x217

Gino Sabatini e Sandro Parcaroli

La Camera di commercio e la Svem attiveranno tre sportelli accessibili con appuntamento ai potenziali beneficiari delle agevolazioni, con personale dedicato e appositamente formato da Invitalia, per diffondere al meglio le opportunità e supportare l’impresa nell’individuare il bando più adatto all’investimento da fare. Tra le sedi anche quella di Macerata collocata nell’Ufficio speciale per la ricostruzione di via Velluti 41 a Piediripa. «I fondi riguardano 55 comuni del nostro territorio e la nostra azione sarà di affiancamento e sostegno –ha detto il presidente della Provincia, Sandro Parcaroli– ad imprese e professionisti che vorranno accedere a tali bandi. Ben venga che ci sia questo ufficio nei locali di Piediripa, al punto che la sede della Polizia provinciale sarà spostata e riportata in uffici di cui disponiamo nel centro della città proprio per consentire di avere uno sportello dedicato con spazi adeguati a questa iniziativa promossa da Regione e Cciia Marche. Io sono il presidente della Provincia e di tutti i sindaci che ne fanno parte e mi metto a disposizione di loro per sostenere le imprese che possono catturare questi fondi e contribuire al rilancio economico di queste aree duramente colpite dal terremoto del 2016. La ricostruzione delle abitazioni senza l’economia, senza le scuole, senza il lavoro, senza le infrastrutture viabili non funziona. Abbiamo un territorio bellissimo e ricco di opportunità che si possono sfruttare fino in fondo grazie ai bandi che mettono a disposizione risorse decisive per lo sviluppo futuro di questi luoghi».

MonicaCilla_CameraCommercio_FF-6-325x217

Monica Mancini Cilla

Altro attore decisivo in questa filiera istituzionale è la Svem, Sviluppo Europa Marche: infatti gli incentivi saranno accessibili da un nuovo portale internet dedicato, pubblicato a breve, dove oltre ai formulari permetterà di accedere alle procedure per inviare le domande ma anche attraverso questi sportelli fisici di contatto con le imprese, uno dei quali proprio a Macerata. «Il nostro ruolo passa attraverso la convenzione firmata con Invitalia – sottolinea la vice presidente Monica Mancini Cilla– per tutto quello che è la promozione e l’accompagnamento degli 11 bandi. In particolare ci occuperemo dell’apertura di tre sportelli informativi a disposizione di imprese, associazioni, terzo settore del cratere sismico. A Macerata saremo presso l’Usr con esperti che saranno a disposizione indicando i percorsi da effettuare per accedere a tali risorse, anche perché i tempi purtroppo sono stretti. E’ chiaro che l’iter burocratico ci preoccupa un po’, ma auspichiamo che grazie all’opera di accompagnamento di Svem le persone saranno guidate alla soluzione migliore nella scelta del bando più adatto alle proprie esigenze. Questo avverrà in maniera completamente gratuita».

 

CameraCommercio_FF-3-650x434

FrancescaOrlandi_CameraCommercio_FF-15-650x434

Francesca Orlandi

ChiaraErcoli_CameraCommercio_FF-12-650x434

Chiara Ercoli

Catelli_CameraCommercio_FF-13-650x434

CameraCommercio_FF-14-650x434

CameraCommercio_FF-9-650x434

CameraCommercio_FF-8-650x434

 

 



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page
-





Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X