Arredi urbani smart e interattivi,
in arrivo tre totem touch e cinque Ecopunto

MACERATA - Firmata la convenzione con la Publi Città che li fornirà gratuitamente
- caricamento letture

 

totem-touch

Il totem touch

Tre totem interactive touch e cinque Ecopunto per promuovere la differenziata: sono gli arredi urbani innovativi e smart che troveranno spazio a Macerata. La Giunta comunale ha infatti  deliberato la convenzione che prevede l’installazione a seguito della richiesta arrivata dalla ditta Publi Città S.p.A. La ditta ha proposto di fornire, a titolo gratuito, elementi di arredo urbano da collocare in spazi da concordare con l’Amministrazione.
«Tra gli arredi urbani previsti – si legge in una nota dell’amministrazione – ci sono i tre totem interactive touch, che comunicano ai cittadini e ai turisti, in tempo reale, notizie e avvenimenti e forniscono informazioni storico-culturali e istituzionali della città, e cinque eco-punto, dei contenitori per la raccolta di rifiuti particolari (pile e batterie, lampadine a basso consumo, cartucce delle stampanti, piccole apparecchiature elettriche ed elettroniche) che promuovono la differenziata».

rendering-eco-punto

Un rendering dell’Eco punto

Laviano_AperitiviEuropei_FF-3-325x217

Laura Laviano

«L’Amministrazione punta molto all’utilizzo di mezzi moderni e smart che rendano la comunicazione storico-culturale, ma anche commerciale e di accoglienza, più fruibile e immediata – ha commentato l’assessore alle Attività Produttive e all’Ambiente Laura Laviano -. Spesso inoltre, per quanto riguarda gli eco-punto, il cittadino – al di fuori dell’isola ecologica – non trova contenitori dedicati a rifiuti particolari in giro per la città; ciò può comportare uno smaltimento non corretto. Grazie agli eco-punto viene incentivata la raccolta differenziata di questi piccoli prodotti che altrimenti finirebbero nell’indifferenziato».
I totem interactive touch saranno posizionati all’interno del centro storico e nei corsi Cavour e Cairoli mentre gli eco-punto nelle zone di Corneto, Santa Croce, Collevario, Sforzacosta e Villa Potenza. «Sarà la ditta – conclude la nota – a occuparsi, senza alcun costo da parte del Comune, del posizionamento, dell’allaccio delle utenze e di eventuali manutenzioni o sostituzioni in caso di deterioramento degli arredi».



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page
-

Vedi tutti gli eventi


Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X