Rapinano Rolex a un passante,
bloccati dopo un inseguimento:
la polizia smonta l’auto e trova l’orologio

CIVITANOVA - Un uomo e una donna, cognati, sono stati arrestati dopo un colpo messo a segno a Porto Sant'Elpidio. Oggi sono stati convalidati gli arresti, staranno entrambi ai domiciliari. Di 13mila euro il bottino
- caricamento letture

polizia-archivio-arkiv

 

Portano via il Rolex ad un uomo, colpo da 13mila euro: scoperti e arrestati dopo un inseguimento. Oggi la convalida, staranno ai domiciliari. In manette sono finiti due cognati, Mirela Stefan e Roberto Stefan, senza fissa dimora. I fatti che vengono contestati loro sono avvenuti sabato a Porto Sant’Elpidio. Secondo la ricostruzione della polizia, la donna ha avvicinato un 56enne con una scusa. Avrebbe detto qualcosa circa il fatto che cercava un lavoro. L’uomo indossava un orologio Rolex in oro e acciaio e la donna aveva cercato di portarglielo via. Era nata una colluttazione, la donna tirava ed era riuscita a portare l’uomo verso l’auto su cui stava il cognato. Una volta sfilato l’orologio era salita in auto e i due erano fuggiti. Un residente, vista la scena, aveva chiamato la polizia. Gli agenti si sono messi all’inseguimento dell’auto. La vettura è stata intercettata a Civitanova. Dell’orologio però non c’era traccia in auto. I poliziotti, pensando che fosse stato gettato dal finestrino, si sono messi a cercarlo percorrendo la strada che i due arrestati avevano fatto in auto, usando un metal detector. Ma niente. Allora hanno pensato di tornare a cercare sulla vettura. Ne hanno smontato alcune parti e hanno trovato il Rolex che era stato nascosto nell’intercapedine tra il tettuccio dell’auto e il rivestimento. Il pm Enrico Riccioni ha fatto svolgere una perizia sull’orologio per capire se fosse autentico e stimarne il valore. Si tratta di un orologio che era stato comprato per 13mila euro ma ad oggi le quotazioni di mercato possono portarlo ad un valore anche di 18mila euro. Oggi il gip Claudio Bonifazi ha convalidato gli arresti. Sia l’uomo che la donna si sono avvalsi della facoltà di non rispondere. Il giudice ha disposto per entrambi gli arresti domiciliari.

(Gian. Gin.)



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page
-





Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X
		Tolentino = 
Civitanova = 1
Elezioni =