«Postazione del 118 a Castelraimondo?
Solo una soluzione temporanea,
non stiamo abbandonando Camerino»

SANITA' - La direttrice dell'Av3 Daniela Corsi risponde all'allarme lanciato dal gruppo d'opposizione Ripartiamo della città camerte e dall'associazione Help Sos di San Severino: «Si è ridotto il numero dei medici a disposizione, stiamo lavorando per trovarne altri»
- caricamento letture

 

Corsi_RisonanzaMagnetica_ASUR_FF-5-325x217

La dottoressa Daniela Corsi

 

di Monia Orazi

Nessuna marcia indietro sull’ospedale di Camerino e nessun taglio di servizi, tantomeno del 118. La direttrice generale dell’Area vasta 3 Daniela Corsi risponde all’allarme lanciato dal gruppo RipartiAmo di Sandro Sborgia e dall’associazione Help Sos di San Severino, spiegando che la situazione attuale con il medico del 118 di stanza di notte a Castelraimondo è solo temporanea.

«La realtà delle cose – spiega Corsi – non è quella che si descrive, che l’ospedale di Camerino e l’ospedale di Matelica siano da noi sempre attenzionati lo dimostrano i fatti. Abbiamo appena nominato il primario del reparto di medicina interna di Camerino, abbiamo firmato la determina per il concorso per il nuovo primario di cardiologia. Questa situazione è solo temporanea, perché si è ridotto il numero dei medici a disposizione. Tutti hanno diritto di avere le ferie, un medico ha avuto un incidente, un altro è diventato positivo al Covid, si è creata una situazione critica che ci ha messo in difficoltà».

Una volta rientrata l’emergenza, si tornerà alla normale dislocazione dei medici del 118 con gli ospedali di riferimento, Corsi spiega come la scelta di Castelraimondo sia semplicemente tecnica, fatta per garantire i tempi di soccorso: «Per non far venire meno i criteri di sicurezza è stata scelta Castelraimondo per la postazione con il medico del 118, perché è baricentrica tra Camerino e San Severino e rientra nei tempi utili di intervento, è frutto di una valutazione meditata e ponderata, non certo per scopo estetico. Ribadisco che questa è una situazione temporanea che contiamo di risolvere entro quindici, venti giorni. Ci stiamo adoperando per recuperare altri medici da inserire nel servizio del 118, poi rientreranno anche i medici attualmente in malattia».

La direttrice di Area vasta conferma come si stia continuando a lavorare per trovare una soluzione: «Abbiamo avuto difficoltà ed imprevisti che possono capitare in qualsiasi settore, ho sempre ottemperato a quanto promesso, questa scelta è solo per un periodo di tempo limitato, non stiamo abbandonando l’ospedale di Camerino, ma stiamo lavorando per trovare nuovi medici, faremo il concorso per rafforzare la medicina interna, stiamo cercando di inserire a supporto del 118 gli specializzandi».

 

Castelraimondo, postazione notturna del 118. Sborgia: «Marcia indietro della Regione»



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page
-





Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X
		Tolentino = 
Civitanova = 
Elezioni =